I grandi ex calciatori del Barcellona ricevuti dal sindaco a Palazzo Barbieri

"Uno dei ricordi più belli dei cinque anni da assessore allo Sport, - ha dichiarato Sboarina - è senza dubbio il legame umano, oltre che sportivo, creatosi tra gli ex calciatori dell’Hellas e del Barcellona. Un gemellaggio che è diventato amicizia vera, anche tra le rispettive città"

«Uno dei ricordi più belli dei cinque anni da assessore allo Sport, è senza dubbio il legame umano, oltre che sportivo, creatosi tra gli ex calciatori dell’Hellas e del Barcellona. Un gemellaggio che è diventato amicizia vera, anche tra le rispettive città, a dimostrazione di come il calcio, e lo sport in generale, siano strumento di unione e condivisione». Così il Sindaco Federico Sboarina ha salutato gli oltre 40 ex calciatori del Barcellona, attivi negli anni ’60 e ’70 ed oggi riuniti nella Fondazione Veterani del Barcellona guidata dall’ex campione spagnolo Ramon Alfonseda

tommasi sboarina rando hellas barcellona

Ad accoglierli, in sala Arazzi, anche l’assessore allo Sport Filippo Rando, il presidente onorario dell’associazione ex calciatori Gialloblu Franco Nanni, il presidente in carica Sergio Guidotti e il presidente dell’Associazione Italiana Calciatori Damiano Tommasi.

«Il mio ringraziamento è da sportivo – ha detto Rando -, per quello che il vostro calcio ha rappresentato in quegli anni, un esempio di professionalità e correttezza, a cui oggi si dovrebbe guardare con attenzione e rispetto, a cominciare dai giovani». Per lo scambio di doni, il Sindaco ha omaggiato il presidente Alfonseda di una targa ricordo dell’incontro odierno; Sboarina e Rando hanno invece ricevuto una maglia personalizzata del Barcellona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento