menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Giro d'Italia a Verona - Immagine d'archivio

Il Giro d'Italia a Verona - Immagine d'archivio

Menù, luci ed eventi a tema: Verona mette l'abito migliore per il Giro

La macchina organizzativa si è messa in moto per l'arrivo della Carovana Rosa: «Tutta la città sta rispondendo al meglio e vuole partecipare attivamente a questa grandissima festa dello sport», ha detto l'assessore Rando

Tutta la città si è impegnata per il Giro d’Italia. Vetrine addobbate, menù a tema, palazzi e monumenti illuminati. E, ancora, in fiera, con accesso gratuito, area dedicata all’Hospitality village per la partenza della 21? tappa e, in piazza Bra, un anfiteatro in rosa pronto ad accogliere il vincitore e tutti protagonisti del Giro.

A meno di 5 giorni dall’arrivo della crono rosa a Verona, la macchina organizzativa cittadina è a pieno regime. Domenica 2 giugno, Festa della Repubblica, la cronometro individuale, realizzata su un tracciato cittadino di 17 chilometri, prenderà il via dalla fiera alle 13.40, dove a partire dalle 10.20 aprirà anche il villaggio delle due ruote allestito all’esterno del Palaexpo. All’interno del quartiere fieristico, invece, saranno visibili al pubblico i paddock delle squadre in attesa della partenza. Entrambe le zone sono accessibili al pubblico con ingresso gratuito.

Tante le iniziative collaterali in programma che, per la loro organizzazione, oltre a Veronafiere e Comune, hanno visto il coinvolgimento delle società Agsm, Agec, Amia, Acque Veronesi e Atv, Camera di Commercio e Confcommercio, Funivia Malcesine – Monte Baldo e Museo Nicolis.

Il programma completo è stato presentato lunedì dal sindaco Federico Sboarina e dall’assessore allo Sport Filippo Rando insieme al presidente e direttore di Veronafiere Maurizio Danese e Giovanni Mantovani.
Presenti, i presidenti di Amia Bruno Tacchella e di Amt Francesco Barini, il presidente della Funivia Malcesine – Monte Baldo Pier Giorgio Schena, il vice presidente di Confcommercio e membro di giunta della Camera di Commercio Nicola Baldo e la responsabile degli eventi del Museo Nicolis Giulia Brandiele.

«Ospitare a Verona la finale del Giro d’Italia è d’avvero una grande emozione – sottolinea il sindaco –. Si tratta di un’occasione straordinaria di promozione del territorio, per la quale, grazie alla collaborazione con tutte le principali istituzioni cittadine, stiamo da mesi lavorando perché possa davvero essere una festa speciale per tutti. Con 17 chilometri di circuito cittadino, Verona sarà per l’intera giornata il cuore dell’evento e, con le sue bellissime immagini, sugli schermi televisivi di tutto il mondo».

«Tutta la città sta rispondendo al meglio e vuole partecipare attivamente a questa grandissima festa dello sport – spiega l’assessore –. Un importante esempio della capacità di fare sistema e, soprattutto, di collaborare per offrire il meglio alla città in un’occasione sportiva unica nel suo genere».

«La Fiera di Verona – spiega il presidente Danese – è fortemente coinvolta da ogni punto di vista nell’organizzazione della tappa finale del Giro d’Italia 2019 e nella valorizzazione del territorio. Un grande impegno per sottolineare ancora una volta il ruolo di Verona e di Veronafiere quale capitale italiana delle due ruote. Sono attesi circa 20 mila appassionati e tifosi, che potranno vivere una esperienza davvero unica e dal grande fascino sportivo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento