Verona conferma le sue attrattive culturali estive: «Pronti per stagione di grandi eventi»

La prossima settimana nuova mostra alla Gam e oggi riapre il museo "Casa di Giulietta"

Teatro Romano - immagine d'archvio

Numerosi grandi eventi in Arena e al Teatro Romano. E, ancora, una nuova esposizione su Ugo Zannoni allestita alla GAM e spettacoli nei cortili cittadini, con il teatro amatoriale veronese. È tutto pronto sul fronte delle attrattive culturali che animeranno la stagione veronese 2020. Confermati quindi tutti i consueti appuntamenti estivi. Un’ampia offerta di eventi che il Comune di Verona, nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia e dai nuovi vincoli di gestione della ripartenza, è riuscito a mettere in campo in poche settimane.

Ad illustrarla è stato il sindaco Federico Sboarina, anzitutto con riferimento al festival che si terrà in Arena a partire dal prossimo 25 luglio. Con una nuova capienza complessiva di 3.500 posti, in base alle norme sulla sicurezza e il distanziamento sociale, prenderà infatti il via la prossima settimana l’edizione straordinaria del Festival lirico, con appuntamenti in programma fino al 29 agosto. A settembre poi, oltre al già annunciato Power Hits Estate 2020, concerto di Rtl 102.5 fissato per mercoledì 9, attesi sul palcoscenico dell’anfiteatro areniano nuovi ed importanti eventi.

Teatro Romano

Dal 18 di luglio prende il via la 72esima edizione dell’Estate Teatrale Veronese. Il palco del Teatro Romano, accessibile al pubblico con una disponibilità massima di 310 posti, in conformità alle attuali disposizioni sicurezza anti assembramento, torna così ad ospitare, fino alla fine di settembre, spettacoli di teatro, musica e danza.

Galleria d’Arte Moderna Achille Forti – GAM

 A palazzo della Ragione dal 26 giugno apre al pubblico la nuova mostra dedicata alla scultore Ugo Zannoni, fra i maggiori artisti dell’Ottocento veronese. Un’esposizione che presenta al pubblico il primo approfondito studio sulle vicende della collezione privata che l’artista raccolse e donò alla città. Si tratta di circa 200 opere, in cui rientrano le creazioni di artisti che Zannoni frequentava e di altri importanti interpreti della scultura e della pittura del secondo Ottocento. Tra loro, Domenico Induno, Mosè Bianchi, Filippo Carcano, Leonardo Bazzaro, Julius Lange, Luigi Nono, e il più moderno pittore divisionista Angelo Morbelli. Tra i veronesi, Angelo Dall'Oca Bianca, Francesco Danieli e il cugino dello scultore, Giuseppe Zannoni. L’esposizione resterà visibile fino a fine gennaio 2021.

Teatri nei cortili

In fase di definizione il cartellone della rassegna estiva del teatro amatoriale veronese che, anche quest’anno, animerà i principali cortili del centro cittadino. «Non è stato semplice dare il via, in poche settimane, alla macchina organizzativa di tutti gli eventi programmati per questa estate. - precisa il sindaco Sboarina - Ricordo che siamo da poco usciti da un lungo periodo di incertezza, dove la ripartenza che stiamo vivendo sembrava impossibile perché sembrava che gli spettacoli non ripartissero quest'anno. Nonostante questo, come Amministrazione, non abbiamo mai smesso lavorare per trovare le migliori soluzioni culturali a garanzia della stagione estiva 2020. Il programma di appuntamenti, ampio e articolato, che andranno in scena sugli importanti palcoscenici di Arena e Teatro Romano, sono la dimostrazione di quanto abbiamo fatto e voluto per la città. Sono confermate tutte le consuete attrattive culturali, con spettacoli e mostre di alto valore. Segnali importanti di ripresa giungono dal settore turistico, con nuovi arrivi in costante aumento. Di ieri, infatti, la notizia di code di veicoli provenienti dalla Germania, in uscita al casello di Affi con direzione lago. Un flusso importante di turisti che, oltre al lago, avvantaggia tutto il nostro territorio e, in particolar modo, Verona».

Casa di Giulietta

Dopo la riapertura del cortile della Casa di Giulietta, accessibile dalla scorsa settimana ai visitatori già molto numerosi, quest'oggi il sindaco Federico Sboarina e l’assessore alla Cultura Francesca Briani saranno presenti alla riapertura anche del museo "Casa di Giulietta" e presenteranno le novità del percorso espositivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal 20 giugno, infatti, la Casa di Giulietta riapre alla visita a partire dalle ore 11, con nuove modalità per garantire la sicurezza dei visitatori e degli operatori. Per quanto riguarda l'tinerario di visita, sarà possibile visitare il cortile, il piano terra e il primo piano con il balcone di Giulietta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • L'Aifa autorizza la sperimentazione sul vaccino anti Covid-19: si farà a Verona

  • Il post Facebook del sindaco di Verona Sboarina sul virus e gli sbarchi dei migranti

  • Coronavirus: boom di contagiati in Veneto, fra cui pochi veronesi

  • Morto a 37 anni sulla A22, l'appello della moglie: «Cerco testimoni dell'incidente»

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento