Mille chilometri di linee elettriche per 48 Comuni: parte il check up di Enel

«Il controllo aereo ed il monitoraggio della rete elettrica rappresentano un’attività fondamentale per garantire un servizio elettrico continuativo e volto all’eccellenza», ha detto Carlo Scussel, responsabile Esercizio Rete E-Distribuzione Veneto e Friuli Venezia Giulia

L'elicottero Enel

È partita domenica 24 maggio la campagna di controllo e monitoraggio in volo delle linee aeree a media tensione di E-Distribuzione, che interesserà nelle prossime settimane la provincia di Verona per un totale di 48 comuni, 1000 chilometri e 70 ore di volo.

L’obiettivo è quello di ridurre il numero di interruzioni di corrente e migliorare sempre più la qualità del servizio elettrico offerto alla clientela: grazie ai riscontri delle operazioni di sorvolo, incrociati con l’analisi evoluta della rete e la sua manutenzione predittiva, la società del Gruppo Enel punta a verificare “lo stato di salute” delle proprie linee elettriche e, dove necessario, predisporre piani di intervento in grado di prevenire molte cause di potenziali disservizi.

Fino a fine giugno l'“occhio elettronico” di E-Distribuzione batterà palmo a palmo le linee elettriche aeree a media tensione allo scopo di rilevare eventuali anomalie presenti sui propri impianti.

Si tratta di attività di ispezione che si affiancano al piano di sviluppo e manutenzione della rete di distribuzione e che hanno permesso di raggiungere e mantenere eccellenti livelli di qualità del servizio, in linea con i migliori standard europei.

Gli interventi attuati rappresentano per E-Distribuzione un investimento economico e tecnologico importante e rientrano nel consolidato piano di miglioramento del servizio elettrico.

«Il controllo aereo ed il monitoraggio della rete elettrica – sottolinea Carlo Scussel, responsabile Esercizio Rete E-Distribuzione Veneto e Friuli Venezia Giulia - rappresentano un’attività fondamentale per garantire un servizio elettrico continuativo e volto all’eccellenza. Si tratta di una tipologia di intervento che presenta molti vantaggi e che nel corso degli anni ci ha permesso di ridurre in modo significativo i tempi necessari per i controlli, aumentandone l'accuratezza, evitando la necessità di interruzioni programmate, garantendo quindi a cittadini e imprese del territorio una rete elettrica affidabile e resiliente».

Il sorvolo a bassa quota delle linee elettriche consente la rilevazione visiva di eventuali anomalie e la ripresa video della situazione degli impianti, con particolare attenzione alla presenza di piante nelle immediate vicinanze dei conduttori, la verifica dello stato dei sostegni, delle mensole, degli isolatori e dei trasformatori posizionati su palo.

Il controllo avviene con le linee elettriche in tensione, ovvero senza ricorrere ad alcuna interruzione del servizio e quindi senza alcun disagio alla clientela. Al controllo elettronico aereo farà poi seguito l'analisi dei dati registrati e le eventuali ispezioni mirate dei tecnici E-Distribuzione che definiranno il successivo piano di interventi.

Per il 2020, E-Distribuzione, società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, ispezionerà complessivamente in Veneto 6.700 km di linee con l’interessamento di 304 comuni (27 in provincia di Belluno; 102 Padova; 50 Rovigo; 30 Treviso; 43 Venezia; 48 Verona; 4 Vicenza) per un totale di 450 ore di volo.

I Comuni veronesi interessati: Albaredo d'Adige; Angiari; Bardolino; Bevilacqua; Bonavigo; Boschi Sant'Anna; Bovolone; Bussolengo; Buttapietra; Casaleone; Castagnaro; Castel d'Azzano; Castelnuovo del Garda; Cerea; Concamarise; Gazzo Veronese; Isola della Scala; Isola Rizza; Lazise; Legnago; Minerbe; Mozzecane; Nogara; Nogarole Rocca; Oppeano; Palù; Pastrengo; Pescantina; Peschiera del Garda; Pressana; Ronco all'Adige; Roverchiara; Salizzole; San Giovanni Lupatoto; San Martino Buon Albergo; San Pietro di Morubio; San Pietro in Cariano; Sanguinetto; Sommacampagna; Sona; Sorgà; Terrazzo; Trevenzuolo; Valeggio sul Mincio; Vigasio; Villa Bartolomea; Villafranca di Verona; Zevio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento