menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra: Petricca, Perusi, Iaquinta, Bottinelli, Brizzi, Lacquaniti, Amantia.

Da sinistra: Petricca, Perusi, Iaquinta, Bottinelli, Brizzi, Lacquaniti, Amantia.

Encomio ad un poliziotto, fuori servizio aveva fermato un aggressore

Il Comune di Bussolengo ha conferito una targa al sovrintendente della Polizia di Stato Antonio Bottinelli, intervenuto dopo una rissa avvenuta in via Mazzini lo scorso 9 febbraio

Alto senso civico ed elevato senso del dovere. È ciò che ha dimostrato il sovrintendente della Polizia di Stato Antonio Bottinelli, il quale il 9 febbraio scorso quando non era in servizio ha assicurato alla giustizia l'autore di un reato. E per questo oggi, 19 marzo, ha ricevuto una targa di elogio dal Comune di Bussolengo.
La consegna è avvenuta stamattina in questura, alla presenza del questore Ivana Petricca, del comandante della Polizia Stradale di Verona Girolamo Lacquaniti e del sindaco di Bussolengo Roberto Brizzi, insieme agli assessori Giovanni Amantia, Valeria Iaquinta e Claudio Perusi.

IL FATTO. Sabato 9 febbraio, intorno alle 19.30, il sovrintendente Antonio Bottinelli non è in servizio. È a casa, a Bussolengo, e sta uscendo con il cane. Nel frattempo, in via Mazzini, la lite tra due uomini, uno di nazionalità moldava e l'altro di nazionalità marocchina, degenera. I due si mettono le mani addosso e il marocchino estrae un coltello, affonda la lama sulla gamba del moldavo e scappa. Di fronte a questa scena, Bottinelli non ci ha pensato un attimo e ha sistemato il cane, in modo da poter operare liberamente. E dopo aver aiutato il ferito, ha rincorso il marocchino e lo ha bloccato.
Il sovrintendente della Polizia Stradale è stato poi aiutato da due vigilesse della polizia locale, le quali erano alla fine del loro turno di lavoro e stavano portando in garage l'auto di servizio. Le agenti hanno ritrovato sotto una macchina il coltello utilizzato dall'aggressore durante la rissa.
La vicenda si è poi conclusa con l'arresto del marocchino da parte dei carabinieri.

«Abbiamo voluto dare enfasi ad una bella notizia e ringraziare le forze dell'ordine perché con il loro contributo quotidiano garantiscono la sicurezza di tutti», ha dichiarato il sindaco Brizzi.
Sorpreso e orgoglioso per il riconoscimento, il sovrintendente Bottinelli ha ringraziato ed ha ammesso che non se l'aspettava. E il questore Petricca ha aggiunto che questi encomi da parte delle istituzioni e quelli dei cittadini sono ciò che rendere più fieri gli uomini e le donne della Polizia di Stato.

bottinelli-petricca-lacquaniti-brizzi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento