Ecoborgo, la replica di Montagnoli e Zavarise: «Colpo di sole del Pd»

«La Regione ha infatti accolto e non rigettato, al contrario di quanto sostiene il Pd, l’istanza della riduzione dal 20% al 16% della superficie commerciale», hanno affermato i due esponenti della Lega

Un rendering del progetto

Dopo le polemiche arrivate dall'opposizione nei giorni, sono arrivate le repliche di Zavarise e Montagnoli sulla questione dell'Ecoborgo: «Colpo di sole del Pd. La Regione ha accolto istanze del Comune di Verona, ridotte le aree commerciali».

«Ennesima brutta figura per il Partito Democratico. Sull’ex seminario di San Massimo i consiglieri di minoranza del Consiglio regionale e del Comune di Verona hanno preso un colpo di sole, Non si può fare campagna elettorale diffondendo notizie false - affermano l’assessore al Commercio del Comune di Verona e commissario provinciale della Lega Nicolò Zavarise e il consigliere regionale della Lega Alessandro Montagnoli -. La Regione ha infatti accolto e non rigettato, al contrario di quanto sostiene il Pd, l’istanza della riduzione dal 20% al 16% della superficie commerciale, come richiesto dal Comune di Verona». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Zavarise e Montagnoli aggiungono: «La possibilità di recuperare l’enorme edificio esistente, ed oggi quasi del tutto inutilizzato, risale a una decisione del 2006. Per l’ex Seminario di Verona, con l’ultima variante approvata, si è semplicemente adeguata la previsione alle norme vigenti, conservando la volumetria ammessa nei limiti già definiti nel 2006, secondo quanto il comune vorrà concedere. Di questa volumetria sono rimasti tutte le altre definizioni di quell’epoca, con un ulteriore limite aggiuntivo suggerito dal Comune: le attività commerciali devono essere limitate al 16% della volumetria ammessa». Inoltre, proseguono Zavarise e Montagnoli «in caso di realizzazione di una eventuale grande struttura di vendita, la stessa deve essere sottoposta alla Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) e allo studio di impatto sulla viabilità elaborato secondo i criteri rigorosi definiti dal Regolamento regionale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni in Veneto: come si vota? Dal voto disgiunto alle preferenze, tutte le informazioni

  • I supermercati più convenienti? Primeggia il Triveneto, ecco quali sono a Verona

  • Elezioni del 20 e 21 settembre 2020: come si potrà votare e per cosa

  • A Verona un nuovo decesso e altri 35 casi positivi: tutti i Comuni di appartenenza

  • Zaia ha anche un lista tutta sua, ecco i candidati in provincia di Verona

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento