Sabato, 16 Ottobre 2021
Attualità San Zeno / Via San Procolo

Una vita straordinaria nell'ordinario prendersi cura dei suoi pazienti, San Zeno celebra la Dott.ssa Pelloso

Per ben venticinque anni la Dott.ssa Margherita Pelloso è stata medico dei veronesi nel quartiere di San Zeno. Al civico 6 di via San Procolo ora una targa ne ricorda e celebra la «dedizione» e l'«umanità»

Margherita Pelloso è stata per venticinque anni il medico dei sanzenati, arrivando al cuore dei suoi pazienti curandone il corpo. Una figura "straordinaria nell'ordinario", il cui ricordo è ancora vivo nel quartiere e nei veronesi che l'hanno conosciuta. Un ricordo che da oggi rimarrà vivo per sempre, grazie alla targa posta sull'edificio che per oltre un ventennio ha ospitato lo studio medico della dottoressa Pelloso, nel cuore del quartiere di San Zeno.

Proprio qui, davanti al civico 6 di via San Procolo, tra l'abbazia di San Zeno e piazza Corrubbio, si è tenuta la cerimonia di intitolazione, quale segno di riconoscenza da parte dell'Amministrazione per ciò che la concittadina ha rappresentato per la comunità, esempio di grande dedizione, competenza professionale, generosità e fede. Davvero tante le autorità presenti all'inaugurazione, organizzata dal Comune di Verona. Il sindaco Federico Sboarina si è detto «orgoglioso di poter omaggiare una concittadina straordinaria nell'ordinario», insieme a lui, il vescovo di Verona monsignor Giuseppe Zenti, l'abate di San Zeno monsignor Gianni Ballarini, l'assessore ai Servizi Demografici Stefano Bianchini, il presidente di Amia Bruno Tacchella e quello della prima Circoscrizione Giuliano Occhipinti. Presenti anche il consigliere comunale Roberto Simeoni, monsignor Luigi Verzè e il parroco di S. Maria Immacolata don Giuseppe Lonardi. Per la famiglia della dottoressa Pelloso c'era la sorella Maria Palma, che l'ha ricordata con parole cariche di emozione.

Targa San Zeno Verona Dott.ssa Margherita Pelloso - Discorso sindaco Sboarina-2

«Come Amministrazione siamo orgogliosi di poter dedicare a Margherita Pelloso questa targa nel luogo più significativo della sua vita - ha detto il sindaco Federico Sboarina -.Questo simbolo rimarrà per sempre a ricordare la sua grande figura. Ciò che ha fatto nella sua quotidianità, mettendo la sua capacità professionale a disposizione della comunità, è qualcosa di straordinario. Lo dimostra l'amore e l'affetto che ancora oggi le riserva il quartiere di San Zeno e tutte le persone che hanno avuto la fortuna di incontrarla. La sua dedizione andava oltre l'impegno professionale, aveva una grande fede che ha trasferito in ogni sua azione».

«Ho conosciuto personalmente Margherita Pelloso negli anni in cui sono stato parroco a Maria Immacolata, in Borgo Milano - ha ricordato mons. Zenti -. Aveva un tratto sorprendente di umanità, di cordialità, di benevolenza, di cui il sorriso abituale era come il sigillo. Una grande donna e un grande medico. Nel momento drammatico che stiamo vivendo, che ha visto e che sta vedendo una dedizione esemplare di tanti medici e infermieri, il ricordo di Margherita Pelloso non può che dare risalto all'eroismo quotidiano di chi dedica la vita alla professione medica a servizio della fragilità umana».

«Ringrazio l'Amministrazione per la grande sensibilità dimostrata nel portare alla luce storie e azioni di bene come quelle legate alla figura di mia sorella Margherita - ha detto Maria Palma Pelloso -. Azioni che avvengono nel silenzio della quotidianità, senza clamore, ma che contribuiscono ad arricchire la comunità e a renderla più forte e unita».

Targa San Zeno Verona Dott.ssa Margherita Pelloso-2

La biografia della Dott.ssa Margherita Pelloso

Margherita Pelloso, nata a Verona il 17 aprile 1949, dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica si è laureata in Medicina e Chirurgia il 9 luglio 1975 presso l’Università degli Studi di Padova, sede di Verona, con il massimo dei voti. Dall'aprile 1976 è stata iscritta all’Albo dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Verona. È stata allieva interna presso l’Istituto di Patologia Medica, poi presso la Clinica Medica, quindi, da luglio 1975 a maggio 1976, medico interno presso la Clinica Medica III, con compiti assistenziali.

Nel 1980 si specializza in Medicina Interna presso l’Università di Padova. Studiosa dei problemi inerenti alle malattie metaboliche (diabete, obesità, ipercolesterolemia), e ai disordini alimentari ad esse legati, e socia della Società italiana di Diabetologia, ha partecipato, anche come relatrice, a numerosi convegni, corsi di aggiornamento e conferenze ed è stata, assieme all’equipe di ricerca dell’Università di Verona, Ospedale di Borgo Roma, autrice di pubblicazioni e di articoli anche su riviste internazionali di medicina.

Dopo alcuni anni di insegnamento in diverse scuole e corsi ospedalieri, nel 1977, fino alla morte nel 2002, inizia l'attività di medico di base nel quartiere di San Zeno, con ambulatorio in vicolo San Procolo 6. Grazie alla sua dedizione e alla sua competenza professionale, è stata particolarmente apprezzata e benvoluta dai suoi pazienti, inserendosi attivamente nel “vissuto” del quartiere ricco di storia e di tradizioni, “arrivando” al cuore dei suoi pazienti curandone il corpo. Vivo è ancora nei suoi amati “Sanzenati” il ricordo della “loro” cara dottoressa.

Il lavoro di medico di base non le ha impedito di coprire incarichi di rilievo in enti e istituti ospedalieri, nè di conseguire ulteriori Specializzazioni, come quella nel 1986 in Medicina Legale e della Assicurazioni. Muore prematuramente e improvvisamente l'1 settembre 2002. Ad un anno dalla scomparsa, nell’ottobre 2003, è stata istituita una borsa di studio, intitolata a Margherita Pelloso, per un medico assunto nel neo avviato “Stroke Center” presso il dipartimento di Neurologia presso l’Ospedale Sacro Cuore – Don Calabria di Negrar di Valpolicella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita straordinaria nell'ordinario prendersi cura dei suoi pazienti, San Zeno celebra la Dott.ssa Pelloso

VeronaSera è in caricamento