rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Attualità Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

Donazione di organi, Verona terza in Italia per percentuale di consensi

Il capoluogo scaligero ha raccolto 10.450 dichiarazioni di volontà sulla donazione di organi e tessuti. Di queste, 9.644 sono favorevoli. Sono il 92,3%, tra le grandi città meglio solo Bolzano e Genova

Hanno superato quota 5 milioni le dichiarazioni di volontà alla donazione di organi e tessuti registrate in Italia. Un traguardo raggiunto grazie al progetto "Una scelta in Comune", che permette di registrare la volontà dei cittadini quando rinnovano la carta di identità. Gli ultimi dati sono stati diffusi ieri, 26 marzo, dal Centro Nazionale Trapianti, che sulle oltre 5 milioni di dichiarazioni ha contato 4.003.533 consensi alla donazione e 1.003.491 opposizioni alla donazione di organi e tessuti (dati aggiornati al 25 marzo 2019).

Ad oggi, i comuni che possono registrare le dichiarazioni di volontà sono 5.940: si tratta del 75% dei municipi italiani, nei quali risiede il 90% della popolazione nazionale. In tutti gli uffici anagrafici abilitati gli operatori hanno frequentato uno specifico corso di formazione tenuto dai Centri regionali trapianti.
Tra le grandi città, Bolzano risulta essere quella più generosa, con il 98,8% di dichiarazioni positive (3.433 su 3.473), seguita da Genova con il 92,4% (30.504 sì su 33.026) e da Verona con il 92,3% (9.644 sì su 10.450).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donazione di organi, Verona terza in Italia per percentuale di consensi

VeronaSera è in caricamento