Ordinanza di Sboarina: stop a raccolte soldi e firme itineranti a Verona

Il divieto sarà in vigore da sabato 10 ottobre al 6 gennaio 2021: in questo lasso di tempo, senza autorizzazioni per occupazione di suolo pubblico, non sarà possibile fermare i passanti

Palazzo Barbieri

Prorogato il divieto di raccogliere soldi e firme a nome di associazioni e organizzazioni. Da sabato 10 ottobre al 6 gennaio 2021, su tutto il territorio comunale di Verona, sono vietate le attività di raccolta fondi e sottoscrizioni fatte in maniera itinerante. Ossia senza autorizzazioni per occupazione di suolo pubblico, fermando i passanti e interponendosi sulla loro strada.

Il sindaco Federico Sboarina ha firmato l'ordinanza che proroga, fino alla fine delle festività natalizie, il divieto di fermare i passanti per chiedere soldi o firme a favore di enti di qualsiasi tipo. Il provvedimento si è reso necessario proprio per evitare atteggiamenti inopportuni e molesti che, spesso, diventano vessatori nei confronti delle persone che passeggiano in città. Ma anche di quelle che si recano in stazione, negli ospedali, alle fermate dell’autobus o tra i banchi dei mercati, creando problemi alla sicurezza pubblica.

La violazione dell'ordinanza sindacale prevede sanzioni amministrative fino a 500 euro, oltre alla confisca del denaro raccolto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 4 all'8 dicembre 2020

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento