Attualità

Prolungato dalla Provincia il divieto di pesca del lavarello sul lago di Garda

Il provvedimento è stato esteso fino alle 12 del 22 gennaio per il ritardo registrato nella deposizione delle uova del salmonide, forse dovuto all’innalzamento della temperatura media dell'acqua

Il Servizio Tutela Faunistico Ambientale della Provincia di Verona ha prolungato fino alle 12 del 22 gennaio il divieto di pesca al lavarello sul lago di Garda. A motivare lo spostamento del via libera alla cattura e alla detenzione, è stato il ritardo registrato nella deposizione delle uova del salmonide. Tra i fattori più probabili, l’innalzamento della temperatura media dell'acqua dovuto alle condizioni climatiche relativamente miti di dicembre.

Il divieto di cattura della specie riguarda sia la pesca professionale che quella dilettantistico-sportiva. È prevista una deroga, per i pescatori già autorizzati dalla Provincia, finalizzata alla cattura per la successiva riproduzione artificiale nell’impianto ittico di Bardolino.
Un uguale provvedimento è stato emesso dall’Utr di Brescia per la sponda di propria competenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prolungato dalla Provincia il divieto di pesca del lavarello sul lago di Garda

VeronaSera è in caricamento