Decreto Bellezza, i soldi ci sono ma non per tutti i Comuni selezionati

Gli interventi inseriti nel progetto sono 310, di cui nove veronesi, ma solo 271 richieste potranno essere soddisfatte. Potrebbero essere esclusi quelli di Valeggio sul Mincio e Soave

Ponte Visconteo (Foto Umberto Gaburro)

Più di 21 milioni di euro per nove Comuni veronesi grazie al progetto «Bellezz@-Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati» avviato dallo Stato nel 2016. La Gazzetta Ufficiale ha pubblicato l'istituzione della commissione e l'elenco di coloro che beneficeranno dei fondi pubblici stanziati per il recupero di beni storico-culturali. Nell'elenco figurano anche i nove Comuni veronesi ma non è tutto semplice come annunciato dal parlamentare veronese del Partito Democratico Diego Zardini. Adesso questi comuni avranno sei mesi per presentare i progetti da finanziare e inoltre potrebbero non esserci risorse per tutti.

Come spiegato dal Comune di Valeggio sul Mincio, le richieste per accedere al fondo del progetto furono tante. Ne sono state selezionate 310, ma solo le prime 271 saranno soddisfatte. Il Ponte Visconteo di Valeggio, purtroppo, è l'intervento numero 307 della lista, quindi, per ora sarebbe escluso dal finanziamento, così come la cinta medioevale di Soave, che nella lista è l'intervento numero 283. «Possono accedere alla fase successiva di stipula delle convenzioni gli enti attuatori degli interventi dal numero 1 al numero 271 - fanno sapere dal Comune di Valeggio sul Mincio - che devono presentare entro sei mesi una dichiarazione recante informazioni sul bene da recuperare, il quadro economico di spesa dettagliato, il programma operativo, il progetto esecutivo».

L'unica speranza per Valeggio e per Soave è che la commissione escluda qualche ente dal finanziamento previsto e che quindi si liberino risorse per gli interventi successivi al numero 271 della lista. «Siamo soddisfatti del lavoro fatto - afferma Marco Dal Forno, vicesindaco di Valeggio sul Mincio - che ci ha portato ad essere inseriti nell'elenco dei 310 progetti ammessi. Rimane il rammarico, nonostante annunci fuorvianti, di non essere stati inseriti tra i progetti finanziati, ma siamo pronti per la stipula della convenzione e contiamo in eventuali defezioni che ci possono consentire l'accesso alle somme residue».

Non ha invece il problema di Valeggio e di Soave il Comune di Povegliano Veronese che invece il suo finanziamento per Villa Balladoro di poco superiore al milione e 700mila euro dovrebbe averlo, anche se non subito.

È bene chiarire subito che non sono arrivati soldi e non arriveranno per almeno un altro anno - scrive la lista civica Tradizione e Futuro - È solamente arrivata la conferma che la documentazione presentata da noi a metà 2018 è completa e soddisfacente, mettendoci nella lista dei 271 interventi confermati per il finanziamento del decreto Bellezza. Ora viene la parte più complessa. Entro sei mesi dovremo predisporre tutta la parte progettuale, con le tavole esecutive del progetto e tutta la parte di ingegneria, geologia, impiantistica, archeologia. Un lavoro decisamente importante, forse il più pesante. Ma siamo già partiti, per non lasciare nulla al caso. Presentati i progetti, una commissione a Roma li analizzerà e provvederà alla stipula delle convenzioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

  • Verona e le sue bellezze storiche e culturali approdano in tv sulla Rai

  • Aveva un tumore al collo, neonata operata durante il parto a Verona

  • Una persona travolta da un treno a Verona: sospeso il traffico ferroviario

Torna su
VeronaSera è in caricamento