Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

Covid-19 a Verona, impennata di guarigioni nella notte e ricoveri sempre in calo

Sono 125 i nuovi negativizzati virologici registrati tra le ore 17 del 6 e le ore 8 del maggio dalla Regione Veneto, mentre i pazienti nelle terapie intensive scaligere scendono sotto quota 30

Immagine generica

Sono diventati 4897 i casi complessivi di tampone positivo al Covid-19 nel Veronese, dopo i 33 segnalati nell'aggiornamento delle ore 8 del 7 maggio della Regione Veneto. Nella provincia scaligera gli individui attualmente positivi sono 2393, 99 in meno rispetto alle ore 17 di mercoledì, mentre i negativizzati virologici sono diventati 2055 (+125) e 449 (+7) i decessi di persone affette dal coronavirus, tra strutture ospedaliere e non. 1016 sono invece le persone che si trovano ancora in isolamento domiciliare. 
57 sono invece i nuovi tamponi positivi emersi in Veneto, per un totale di 18553, con 6534 (-205). Il numero dei decessi è salito a 1589 (+10), mentre i negativizzati sono diventati 10430 (+252) e 5773 sono i soggetti in isolamento domiciliare. 

tabella 1-36

Continua a diminuire il numero dei pazienti presenti negli ospedali del Veneto, che ospitano ora 872 (-18) in area non critca e 87 (-2) in terapia intensiva. 118 invece sono quelli presenti in strutture territoriali, trasferiti da ospedali per acuti. 
Nella zona di Verona sono 296 (-6) le persone presenti in area non critica, mentre 29 (-1) si trovano in terapia intensiva. Questa la situazione delle singole strutture: a borgo Roma 14 (-3) pazienti affetti dal coronavirus si trovano in area non critica e 1 (dato stabile) in terapia intensiva; a borgo Trento 14 (-1) pazienti si trovano in area non critica e 13 (dato stabile) in terapia intensiva; a Legnago 27 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica e 1 (dato stabile) in terapia intensiva; a San Bonifacio 8 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica e 1 (dato stabile) in terapia intensiva; a Villafranca (ospedale Covid-19 per il Veronese) 89 (-4) pazienti si trovano in area non critica e 8 (-1) in terapia intensiva; a Marzana 48 (-2) pazienti si trovano in area non critica; a Bussolengo 23 (+2) pazienti si trovano in area non critica; al San Biagio di Bovolone 3 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica; a Negrar 31 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica e 3 (dato stabile) in terapia intensiva; a Peschiera 39 (+2) pazienti si trovano in area non critica e 2 (dato stabile) in terapia intensiva.
Due decessi sono avvenuti negli ospedali scaligeri, uno a borgo Trento e uno a borgo Roma, mentre i negativizzati ancora ricoverati sono 124 e le persone dimesse dal 21 febbraio ad oggi 793. 

tabella 2-2-35
tabella 3-34

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19 a Verona, impennata di guarigioni nella notte e ricoveri sempre in calo

VeronaSera è in caricamento