rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Attualità Santa Lucia e Golosine / Via Sommacampagna

Punto tamponi a Veronamercato per evitare il blocco dei camionisti al Brennero

Un'iniziativa di Consorzio Zai (Interporto Quadrante Europa di Verona), Veronamercato e Fai Verona (Federazione Autotrasportatori Italiani) che hanno voluto creare un Covid Point aperto dalle 10 alle 19

Da lunedì mattina, 15 febbraio, l'Austria ha istituito al Brennero un blocco del transito dei veicoli provenienti dall'Italia. Una conseguenza della decisione della Germania di vietare l'ingresso a tutti i viaggiatori che non hanno un tampone con esito negativo al coronavirus fatto nei due giorni precedenti l'arrivo. Un blocco che ha creato una situazione di disagio per molti camionisti, fermati al Brennero, e che ha prodotto code di decine di chilometri lungo l'autostrada A22.

Le contromisure prese in Italia, già da martedì hanno avuto esiti positivi. I rallentamenti sono stati ridotti, anche se il traffico è risultato a tratti congestionato, in direzione Nord, nel tratto veronese della A22. Questo perché, proprio a Verona, comincia il filtraggio dei camionisti diretti in Germania, a cui vengono offerti tamponi rapidi per poter proseguire il loro viaggio. Tamponi che vengono eseguiti anche a Sadobre (Vipiteno) e all'Interporto di Trento.

Anche oggi, 18 febbraio, i disagi sono stati modesti. A parte un po' di code al confine nella prima mattinata, lo scorrere dei veicoli sull'A22 è stato abbastanza fluido. E da domani, la situazione potrebbe migliorare ulteriormente grazie all'iniziativa del Consorzio Zai (Interporto Quadrante Europa di Verona), Veronamercato e Fai Verona (Federazione Autotrasportatori Italiani) che hanno voluto creare un punto tamponi al centro ingressi di Veronamercato. L'attivazione del Covid Point avrà luogo da domani e l'orario di apertura sarà dalle 10 alle 19, ma dai giorni successivi la fascia oraria potrebbe essere ampliata. Il punto tamponi sarà costituito da un mezzo sanitario (ambulanza), un gazebo e tavolo per il ricevimento degli utenti che necessitano di test rapido. L'infermiere addetto rilascierà una certificazione dell'avvenuto tampone con validità europea con esito dopo 15 minuti dall'esecuzione dell'esame. Un servizio che sarà erogato a prezzo agevolato, per non gravare di ulteriori costi sugli autotrasportatori. E per maggiore sicurezza l'area verrà attrezzata con servizi igienici per dare ristoro agli autotrasportatori.

Ma oltre alle reazioni pratiche, volte a risolvere i problemi degli autotrasportatori, ci sono anche le reazioni politiche e delle categorie economiche. In particolare, l'europarlamentare veronese della Lega Paolo Borchia ha presentato un'interrogazione scritta alla Commissione Europea e con i suoi colleghi di partito solleverà la questione nella commissione trasporti dell'Ue. «In Europa devono valere la parità di condizioni e diritti, per tutti - ha detto Borchia - L'inaccettabile situazione venutasi a creare per camionisti e lavoratori al Brennero, con danni per le imprese italiane, deve essere risolta. Condividiamo la preoccupazione degli operatori del settore e delle associazioni di categoria. Queste nuove restrizioni violano il carattere di proporzionalità definito dall'Ue e rischiano di aggravare le perdite economiche già registrate dalle aziende colpite dalle ordinanze territoriali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punto tamponi a Veronamercato per evitare il blocco dei camionisti al Brennero

VeronaSera è in caricamento