rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Dopo il 31 gennaio le discoteche potrebbero riaprire e scade l'obbligo di mascherine all'aperto in zona bianca

La scadenza fissata per entrambi i provvedimenti dal decreto-legge 24 dicembre 2021, n. 221 è formalmente lunedì 31 gennaio 2022, ma è anche previsto un nuovo Consiglio dei ministri

Dopo il 31 gennaio 2022, cioè domani, le discoteche in Italia potrebbero riaprire. Così almeno stando ai tempi dettati dal decreto-legge che le aveva chiuse, per l'appunto fino al 31 gennaio 2022. In realtà è già dato per scontato da tutti che proprio domani, il 31 gennaio 2022, l'esecutivo guidato da Mario Draghi, conclusasi l'affannosa elezione del presidente della Repubblica, torni ad interessarsi anzitutto di mascherine all'aperto e discoteche chiuse per Covid. 

Controlli green pass nei negozi da febbraio: come si devono comportare davvero i titolari di attività e servizi

In sostanza è previsto per lunedì verso le ore 15 un nuovo Consiglio dei ministri e sul tavolo del governo dovrebbero appunto esserci anche alcune misure di contenimento anti Covid che, altrimenti sarebbero in scadenza. Su tutte l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto già a partire dalla zona bianca (decreto-legge 24 dicembre 2021, n. 221 all'art. 4 comma 1), quindi la chiusura come detto delle discoteche (decreto-legge 24 dicembre 2021, n. 221 all'art. 6 comma 2).

Alla vigilia del Consiglio dei ministri, a parlare è stato però il presidente del Silb Emilia-Romagna, ovvero il sindacato dei locali da ballo, Gianni Indino. Quest'ultimo è apparso abbastanza rassegnato all'idea di un nuovo stop per le discoteche che si concretizzerà domani, però ha altresì avanzato una richiesta esplicita, vale a dire la possibilità di ottenere tempi certi sulla riapertura, auspicando possa avvenire in occasione di San Valentino: «Sono convinto che domani per le discoteche dal governo arriveranno nuove restrizioni. - ha detto Gianni Indino - Però vorrei che arrivassero anche indicazioni che ci permettono di programmare: ovvero non 15 giorni di proroga ma la certezza che si potrà aprire il 15 febbraio. Anzi, possibilmente il 14 febbraio, San Valentino: sarebbe un bel segnale».

Lo stesso Gianni Indino ha poi concluso: «Siamo a disposizione per creare le condizioni per riaprire in sicurezza. Regole e indicazioni le abbiamo sempre rispettate e continueremo a farlo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il 31 gennaio le discoteche potrebbero riaprire e scade l'obbligo di mascherine all'aperto in zona bianca

VeronaSera è in caricamento