rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Oltre duemila partecipanti per la corsa all'alba "5.30 Run" che ha attraversato le vie di Verona

Iniziare la giornata svegliandosi all'alba per correre 5,3 chilometri, lo hanno fatto oggi a Verona partendo da piazza Bra oltre duemila persone, tra le quali anche circa 400 studenti

Un successo, peraltro annunciato, anche quest'anno la grande manifestazione podistica "5.30 Run" che si è svolta nella mattinata odierna, venerdì 11 maggio, nella città di Verona.

Un evento che per quest'edizione ha raccolto oltre duemila partecipanti, i quali con tanta buona volontà, amore dello sport e un pizzico di sana "follia", hanno deciso di scendere in strada all'alba, radunandosi in piazza Bra dalle ore 4.30, per affrontare la giornata iniziando con una "corsetta" di 5,3 chilometri.

Partenza fissata alle 5.30 di un giorno lavorativo, per un evento sostenibile e a impatto zero, una corsa, ma anche per chi lo desideri una semplice camminata, che ha attraversato il centro cittadino all'alba. Un modo originale di riscoprire gli spazi urbani sotto un'inedita luce, mentre la città ancora dorme e dalla notte si transita verso un nuovo giorno. 

Quella di Verona è stata la prima tappa di un tour che toccherà numerose altre località italiane. Tra i partecipanti vi sono stati moltissimi studenti che non hanno rinunciato a puntare la sveglia a un orario quasi proibitivo per amore dello sport. Davvero tanti anche i video, le foto e i commenti apparsi in queste ore sui social.

Tra i numerosi selfie di volti assonnati e comunque contenti dei partecipanti, spunta anche il post di un simpatico sbadato: «Cioè mi state dicendo che era alla mattina? ?», scrive Cristiano che forse si aspettava una partenza più rilassata nel pomeriggio...ma non disperare, appuntamento solo rinviato alla prossima "5.30 Run".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre duemila partecipanti per la corsa all'alba "5.30 Run" che ha attraversato le vie di Verona

VeronaSera è in caricamento