rotate-mobile
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Coronavirus, verso nuovi divieti: niente strette di mano e abbracci

Oggi dovrebbe essere varato il nuovo decreto del premier Giuseppe Conte che contiene indicazioni anche per gli anziani, a cui viene chiesto di non uscire di casa. E meeting, congressi e manifestazioni annullati per un mese

Oggi, 4 marzo, il Governo dovrebbe varare una nuovo decreto del presidente del consiglio dei ministri (dpcm) che andrà ad aggiornare il documento entrato in vigore da domenica scorsa, 1 marzo, sul coronavirus. Il precedente decreto andava ad affinare i primi divieti imposti ai cittadini per limitare i contagi, imponendo in particolare l'annullamento degli eventi non ordinari e andando a limitare gli accessi nei locali pubblici per evitare assembramenti. Con il dpcm di oggi, invece, si imporrebbe un cambiamento di stile di vita a tutti gli italiani per almeno 30 giorni, come riportato da Ansa.

Le nuove misure sanitare per combattere il coronavirus vieterebbero strette di mano e abbracci. Niente più meeting, congressi e manifestazioni anche di carattere sportivo. Si prospetta dunque un mese di marzo, ad esempio, con tutte le partite di calcio a porte chiuse.
Un'altra indicazione contenuta nel nuovo dpcm è rivolta agli anziani. Chi è ammalato e a più di 65 anni o chi ha più di 75 anni è invitato a restare a casa o almeno ad evitare luoghi affollati.

Di questo nuovo provvedimento, ma anche delle misure economiche legate sempre all'emergenza coronavirus, il premier Giuseppe Conte ha discusso ieri, 3 marzo, con le forze di maggioranza e opposizione del Parlamento. Conte avrebbe indicato la data di oggi per il nuovo dpcm sul coronavirus, mentre venerdì 6 marzo potrebbe essere richiesto a Camera e Senato di approvare una richiesta di sforamento del deficit di bilancio di oltre tre miliardi e mezzo di euro per aiutare l'economia del paese a rialzarsi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, verso nuovi divieti: niente strette di mano e abbracci

VeronaSera è in caricamento