Attualità

Covid-19: lieve calo in regione per positivi e aree non critiche, ma non per le terapie intensive

Secondo l'aggiornamento delle ore 17 di lunedì di Azienda Zero, in provincia di Verona sono stati accertati altri 112 tamponi positivi al Sars-CoV-2 e 4 deceduti

Sono 435 i tamponi positivi al Sars-CoV-2 segnalati in Veneto dall'aggiornamento delle ore 17 del 1° marzo di Azienda Zero, che registra anche altri 16 decessi. Nel frattempo contagiati e ricoveri in area non critica sono lievemente scesi rispetto alla mattinata, ma non le terapie intensive. 
Sono 334685 complessivamente i casi di Covid-19 emersi in regione dall'inizio dell'emergenza sanitaria, 24847 (-63) dei quali attualmente positivi e 299970 (+482) negativizzati virologici (o guariti), mentre i deceduti colpiti dal virus, tra strutture ospedaliere e non, sono 9868. 
In provincia di Verona sono stati regsitrati 112 nuovi casi per un totale di 64035, di cui: 2468 (+2) tuttora affetti dal coronavirus, 59254 (+106) negativizzati e 2313 deceduti, 4 in più rispetto al bollettino delle ore 8 di lunedì. 

tabella-9-105

Negli ospedali del Veneto risultano ora ricoverate 1183 (-12) persone in area non critica, 834 delle quali ancora positive, e 143 (+4) in terapia intensiva, di cui 28 ora negativizzate.
Guardando solamente alle strutture del territorio veronese, si contano invece 151 (+7) pazienti positivi in area non critica e 22 (+1) in terapia intensiva. Questi i dati dei singoli ospedali: 22 a Borgo Roma (di cui 3 in terapia intensiva), 27 a Borgo Trento (di cui 4 in terapia intensiva), 10 a Legnago (di cui 2 in terapia intensiva), 2 a San Bonifacio, 94 a Villafranca di Verona (di cui 13 in terapia intensiva), 1 a Bussolengo, 9 a Negrar, 7 a Peschiera del Garda e 1 a Villa Santa Giuliana.
Negli ospedali di comunità veronesi infine risultano ricoverati 12 pazienti positivi: 2 a Bovolone e 10 a Bussolengo.

Scarica il report di Azienda Zero delle ore 17 del 1° marzo

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19: lieve calo in regione per positivi e aree non critiche, ma non per le terapie intensive

VeronaSera è in caricamento