Covid-19: un tampone positivo e un decesso nel Veronese, ma i dati restano positivi

Gli ospedali continuano piano piano a svuotarsi e il numero di pazienti dimessi è arrivato a 968, mentre i negativizzati virologici continuano ad aumentare giorno dopo giorno

Immagine di repertorio

Un nuovo contagio da Covid-19 e il decesso di una persona affetta dal virus sono stati segnalati a Verona e provincia tra le ore 8 e le ore 17 dal bollettino regionale, tuttavia restano decisamente positivi i dati relativi all'emergenza sanitaria per la zona veronese e il resto del Veneto. Nella provincia scaligera il numero di casi totali è dunque salito a 5101, ma il conteggio di quelli attualmente positivi è sceso a 433 (2 in meno rispetto alle ore 8), i negativizzati virologici invece sono diventati 4111 (+2) e i deceduti contagiati dal coronavirus, tra strutture ospedaliere e non, sono 557 (+1, registrato a Negrar). 327 soggetti infine si trovano in isolamento domiciliare. 
La situazione in regione ha visto un tampone "dubbio" dichiarato negativo a Vicenza, mentre due nuovi casi sono emersi a Venezia, per un totale di 19166. Di questi sarebbero 1376 quelli tuttora positivi, 15859 i negativizzati e 1931 i decessi, mentre 1267 persone si trovano in isolamento. 

tabella 1-40-22

Calato il numero di persone ricoverate negli ospedali veneto, che ora ne ospitano 371 (-9 rispetto al precedente dato) in area non critica, 105 (-1) dei quali affetti dal coronavirus e 266 (-8) negativizzati, e 21 (-3) in terapia intensiva, di cui 2 positivi e 19 (-3) negativizzati. Oltre a questi, 46 sono presenti in strutture territoriali, trasferiti da ospedali per acuti.
In particolare, i nosocomi veronesi vedono 34 (-2) persone positive al Covid-19 in area non critica e 1 in terapia intensiva. Questi i numeri di ogni struttura: a borgo Roma 1 (dato stabile) pazienti contagiati si trovano in area non critica; a borgo Trento 1 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica e 1 (dato stabile) in terapia intensiva; a Legnago 1 paziente (dato stabile) si trova in area non critica e nessuno (dato stabile) in terapia intensiva; a San Bonifacio 1 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica; a Villafranca (ospedale Covid-19 per il Veronese) 15 (-2) pazienti si trovano in area non critica e nessuno (-2) in terapia intensiva; a Marzana 2 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica; a Bussolengo 7 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica; al San Biagio di Bovolone e a Malcesine non risultano esserci pazienti positivi al coronavirus ricoverati; a Negrar 2 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica; a Peschiera 4 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica.
Dal 21 febbraio ad oggi sono 968 le persone dimesse dagli ospedali scaligeri. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

tabella 2-3-23
tabella 3-38-23

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante veronese: "Chiuso.. fino a sepoltura del nostro amatissimo Giuseppe Conte"

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Senza patologie, 55enne morto per Covid. La moglie: «Questo mostro c'è»

  • Regioni contro il Dpcm, la lettera: «Chiusura ristoranti alle 23, cinema e palestre aperti»

  • Nuovo Dpcm, c'è la firma del premier Conte: stop servizio al tavolo nei locali dalle ore 18

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento