Coronavirus, a Verona altre 7 persone lasciano l'ospedale e 29 sono guarite

Incoraggiante il secondo aggiornamento regionale giornaliero sulla situazione legata al Covid-19: nel Veronese è stato registrato un solo decesso, mentre continua a salire il numero dei negativizzati virologici

Immagine generica

Dopo alcuni giorni di stop, la Regione è tornata ad aggiornare due volte al giorno sulla situazione dei contagi al Covid-19 in Veneto. Rispetto ai dati mattutini, nel Veronese sono stati registrati altri 20 tamponi positivi, per un totale di 4647 e 2854 (9 in meno rispetto alle ore 8) soggetti attualmente colpiti dal virus. I decessi, tra strutture ospedaliere e non, sono rimasti stabili a 411, mentre i negativizzati virologici sono saliti a 1382 (+29), quello dei decessi a 1452 (+15) e 1298 individui si trovano isolamento domiciliare. 
43 sono i nuovi contagi registrati in Veneto, che tocca quota 17868, con 8253 (-116) casi positivi. Il numero dei negativizzati è salito a 8161 (+142) e 7661 sono i soggetti in isolamento domiciliare. 

Tabella 1-27

Per quanto riguarda la situazione degli ospedali regionali, è rimasto stabile il conto dei pazienti in terapia intensiva (114), mentre 24 in meno sono presenti in area non critica (1018). Sono invece 119 quelli presenti in strutture territoriali, trasferiti da ospedali per acuti. 
Nei nosocomi scaligeri l'area critica ospita 4 persone in meno (333), mentre è rimasta invariata la situazione della terapia intensiva. Ecco le cifre per singola struttura: a borgo Roma 28 (dato stabile) pazienti affetti dal coronavirus si trovano in area non critica e 10 (dato stabile) in terapia intensiva; a borgo Trento 14 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica e 11 (dato stabile) in terapia intensiva; a Legnago 31 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica e 5 (dato stabile) in terapia intensiva; a San Bonifacio 3 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica; a Villafranca (ospedale Covid-19 per il Veronese) 81 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica e 7 (dato stabile) in terapia intensiva; a Marzana 65 (-4) pazienti si trovano in area non critica; a Bussolengo 23 (-1) pazienti si trovano in area non critica; al San Biagio di Bovolone 3 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica; a Negrar 39 (dato stabile) pazienti si trovano in area non critica e 4 (dato stabile) in terapia intensiva; a Peschiera 46 (+1) pazienti si trovano in area non critica e 1 (dato stabile) in terapia intensiva.
Altri 10 decessi, uno dei quali registrato all'ospedale di borgo Roma, sono stati rilevati in Regione, mentre 2594 (+35) è il numero di persone dimesse e 331 (-20) quello dei negativizzati. In provincia scaligera sono state dimesse altre 7 persone (718), mentre sono ancora 109 (-2) i negativizzati in ospedale. 

tabella 2-2-26
tabella 3-25

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento