Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

Nella provincia scaligera le persone attualmente positive sono 2037, mentre quelle dimesse dagli ospedali sono 190. Sono purtroppo 11 i decessi registrati dal bollettino regionale delle ore 17 del 31 marzo

Immagine di repertorio

Gli ultimi dati forniti dalla Regione Veneto, con l'aggiornamento delle ore 17, vedono il totale dei tamponi positivi arrivare a 9374, con 219 nuovi casi rispetto al bollettino relativo alle ore 8 del 31 marzo. Le persone attualmente positive sono 8359, a fronte di 492 persone decedute e 523 "negativizzate", ovvero coloro risultati negativi dopo aver contratto in precedenza il Covid-19. Per quanto riguarda i soggetti in isolamento domiciliare, questi sono 19945. 
Per quanto riguarda Verona e provincia, i 109 nuovi casi positivi registrati hanno portato il totale a 2221, 2037 dei quali ancora positivi. Il numero delle persone decedute è purtroppo salito a 145, mentre quelle "negativizzate" sono 39, con 3592 persone in isolamento domiciliare. 

In tutto il Veneto sono 2084 le persone ricoverate, 48 in più rispetto ai dati della mattinata. Di queste 1732 sono in area non critica (+52) e 352 in terapia intensiva (-4). Per quanto riguarda il Veronese, sono 593 le persone ricoverate (-6), 483 delle quali in area non critica (-3) e 110 in terapia intensiva (-3).
Questa la situazione ospedale per ospedale: a borgo Roma 84 persone sono in area non critica (+3) e 24 in terapia intensiva (0); a borgo Trento 39 persone sono in area non critica (-1) e 32 in terapia intensiva (0); a Legnago 68 persone sono in area non critica (+1) e 8 in terapia intensiva (0); a San Bonifacio 16 persone sono in area non critica (0) e 7 in terapia intensiva (0); a Villafraca (ospedale Covid-19 per il Veronese) 118 persone sono in area non critica (-5) e 19 in terapia intensiva (-1); a Marzana 27 persone sono in area non critica; a Negrar 83 persone sono in area non critica (0) e 10 in terapia intensiva (0); a Peschiera 48 persone sono in area non critica (-1) e 10 in terapia intensiva (-2). 
Le morti nell'area scaligera sono 11: 4 a Peschiera, 2 a Negrar, 3 a Villafranca, 1 a Legnago e 1 a borgo Roma. Rispetto a lunedì le persone dimesse dagli ospedali sono cresciute di 17 unità rispetto a lunedì nella zona di Verona, per un totale di 190. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

Torna su
VeronaSera è in caricamento