Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Coronavirus, 43 decessi a Verona. Torna a scendere il numero dei contagi

L'escalation di persone contagiate che hanno perso la vita, secondo Luca Zaia, sarebbe dovuto ad un ritardo nelle registrazioni. Nella provincia scaligera continuano a crescere anche i negativizzati virologici

Immagine di repertorio

Tornano a calare i casi attualmente positivi di Covid-19 a Verona, diventati 2926 secondo l'aggiornamento delle ore 8 del 28 della Regione, 45 in meno rispetto al dato di 24 ore prima. Sono 30 infatti i nuovi tamponi positivi registrati, per un totale di 4556, mentre il numero di decessi di soggetti contagiati, tra strutture ospedaliere e non, sarebbe salito a 403 (43 più del 27 aprile, secondo Zaia dovuti ad un ritardo nelle registrazioni) e quello dei negativizzati virologici a 1227 (+32). 1317 persone invece si trovano in isolamento domiciliare. 
Con i 129 nuovi tamponi segnalati, in Veneto si è toccata quota 17708, con 8601 (-259 rispetto a lunedì) casi attualmente positivi e 1408 decessi. Il numero dei negativizzati è arrivato a 7699 (-324) e 7886 sono invece le persone che si trovano ancora in isolamento domiciliare. 

tabella 1-25

Si è abbassato di 35 unità il conto delle persone ricoverate negli ospedali del Veneto, attualmente 1187, di cui 1067 (-32 rispetto al 27 aprile) in area non critica e 120 (-3) in terapia intensiva. Oltre a questo, 123 pazienti sono presenti in strutture territoriali, trasferiti da ospedali per acuti. 
Calo che è stato registrato anche nella provincia scaligera, dove i nosocomi ospitano 383 (-12), con 341 (-10) pazienti in area non critica e 42 (-2) in terapia intensiva. Questa la situazione delle singole strutture: a borgo Roma 29 (-10) persone contagiate dal coronavirus si trovano in area non critica e 10 (dato stabile) in terapia intensiva; a borgo Trento 14 (-1) persone si trovano in area non critica e 11 (dato stabile) in terapia intensiva; a Legnago 30 (-2) persone si trovano in area non critica e 6 (-1) in terapia intensiva; a San Bonifacio 2 (-1) persone si trovano in area non critica; a Villafranca (ospedale Covid-19 per il Veronese) 83 (-9) persone si trovano in area non critica e 8 (-1) in terapia intensiva; a Marzana 69 (+9) persone si trovano in area non critica; a Bussolengo 25 (+2) persone si trovano in area non critica; al San Biagio di Bovolone 3 persone si trovano in area non critica; a Negrar 40 (dato stabile) persone si trovano in area non critica e 6 (dato stabile) in terapia intensiva; a Peschiera 46 (-1) persone si trovano in area non critica e 1 (dato stabile) in terapia intensiva.
È salito a 2508 il conto delle persone dimesse in Veneto dal 21 febbraio ad oggi, mentre 358 sono i negativizzati ancora ricoverati e 1102 le persone che purtroppo hanno perso la vita in ospedale. Nell'area veronese sono stati registrati decessi negli ospedali di borgo Roma (2), San Bonifacio, Villafranca e Peschiera (2), mentre il numero dei pazienti dimessi è arrivato a 699 (+15) e 111 sono i negativizzati presenti nei nosocomi

tabella 2-2-24
tabella 3-23

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, 43 decessi a Verona. Torna a scendere il numero dei contagi

VeronaSera è in caricamento