rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Covid-19, cala ancora la pressione sugli ospedali del Veneto

L'aggiornamento del 24 febbraio di Azienda Zero conta altri altri 4111 tamponi positivi al Sars-CoV-2 e 13 decessi, mentre il report sulle vaccinazioni ne annovera altre 8216

È in costante miglioramento la situazione epidemiologica del Veneto legata alla diffusione del Covid-19, con il numero di persone affette in costante calo come la pressione ospedaliera, grazie anche alla massiccia campagna vaccinale, che vede più dell'80% della popolazione coperta con la doppia dose. 

Casi e ricoveri

Il bollettino del 24 febbraio di Azienda Zero conta, tra le ore 8 di mercoledì e le ore 8 di giovedì, altri 4111 tamponi positivi al Sars-CoV-2 e 13 decessi, nessuno dei quali segnalato nel Veronese. 

tabella-12-170

Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, in regione sono stati registrati complessivamente 1317960 casi di Covid-19, 63592 (-813) dei quali attualmente positivi e 1240578 (+4911) negativizzati virologici (o "guariti"), mentre i deceduti collegati al virus, tra strutture ospedaliere e non, sono 13790 (+13). 
Sono 778 invece i nuovi casi emersi in provincia di Verona, per un totale di 251389, di cui: 11422 (-550) tuttora affetti dal nuovo coronavirus, 236988 (+1328) negativizzati e 2979 (dato stabile) deceduti. 

Negli ospedali del Veneto risultano ricoverate 1154 (-35) persone in area non critica, 722 delle quali ancora positive, e 98 (-3) in terapia intensiva, di cui 45 ora negativizzate.
Considerando solamente la zona scaligera si contano 164 (-13) pazienti positivi in area non critica e 8 (-4) in terapia intensiva. Questi i dati delle singole strutture: 20 pazienti a Borgo Roma, 47 a Borgo Trento (di cui 6 in terapia intensiva), 17 a Legnago, 25 a San Bonifacio (di cui 1 in terapia intensiva), 19 a Villafranca, 9 a Marzana, 18 a Bussolengo, 9 a Negrar, 4 a Peschiera del Garda (di cui 1 in terapia intensiva) e 4 al Centro Riabilitativo Veronese.

Scarica il report del 24 febbraio di Azienda Zero

Vaccinazioni

La campagna anti Covid-19 in Veneto ha raggiunto quota 10774078 vaccini somministrati dopo gli 8216 di mercoledì, secondo i dati della Regione. Di quest'ultimi, 232 sono risultate essere prime dosi e 1464 hanno permesso di completare il ciclo vaccinale, mentre 6520 sono stati gli addizionali o booster, ovvero le terze dosi. 

vaccini 1-55-18

vaccini 2-57-18

In regione finora è stato utilizzato il 90,4% delle forniture giunte per vaccinare con almeno una dose l'82,5% (4001039) della popolazione veneta, con la seconda l'81,2% (3941927) e con la terza il 63% (3058781). 
La campagna ha preso il via dando precedenza alle categorie maggiormente a rischio per la diffusione del nuovo coronavirus e a quelle maggiormente esposte al contagio, rispettivamente come anziani e personale sanitario. Successivamente è stata piano piano abbassata l'età che poteva accedere alla prenotazione, arrivando ad aprire anche ai più giovani nel mese di giugno 2021. In autunno è poi giunto il via libera alla terza dose, dando ancora priorità alle categorie prima citate e allargando successivamente la platea. A dicembre l'Aifa si è pronunciata favorevolmente sulla vaccinazione dei bambini tra i 5 e gli 11 anni e le aziende sanitarie hanno quindi aperto le prenotazioni. Con l'inizo del 2022 infine, è giunto anche l'obbligo vaccinale per gli over 50.
Si evince dai dati regionali che il 100% degli over 80 veneti ha completato il ciclo e il 89,9% ha ricevuto la terza dose, mentre tra gli individui dai 70 e ai 79 anni il 94,5% si è sottoposto al richiamo e il 86,9% all'addizionale. Scendendo d'età, risulta che ha completato il ciclo: il 92,3% dei sessantenni (terza dose per l'82,4%), l'88,3% dei cinquantenni (terza dose per il 73,7%), l'81,7% dei quarantenni (terza dose per il 62,9%), il 82,6% dei trentenni (terza dose per il 55,8%), l'86,9% dei ventenni (terza dose per il 58%) e l'81,2% dei ragazzi tra i 12 e i 19 anni (terza dose per il 45,7%). Per quanto riguarda i bambini tra i 5 e gli 11 anni, ha ricevuto la prima dose il 32,7%.

vaccini 3-57-18

Guardando i dati delle singole aziende sanitare, si apprende che nell'Ulss 9 Scaligera l'80,4% dei cittadini ha completato il ciclo, mentre il 60,9% ha ricevuto anche l'addizionale.

vaccini 4-46-18

In provincia di Verona sono state somministrate 1914 dosi nella giornata di mercoledì tra Ulss 9 e Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata, per un totale di 2024483. 

vaccini 5-13-18

vaccini 6-8-18

Scarica il pdf del report vaccinazioni

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, cala ancora la pressione sugli ospedali del Veneto

VeronaSera è in caricamento