Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità

Covid-19, a Verona più della metà dei nuovi casi del Veneto ma nessun nuovo ricovero

L'aggiornamento del 9 luglio di Azienda Zero ha registrato altri 106 i tamponi positivi al Sars-CoV-2 in regione, 55 dei quali rilevati nella provincia scaligera. Inalterata la pressione ospedaliera

Ricoveri sempre stabili e uno nuovo decesso nel Vicentino, mentre sono 106 i tamponi positivi al Sars-CoV-2 registrati in Veneto da giovedì, 55 dei quali in provincia di Verona, che conferma dunque il trend dei giorni scorsi. È il quadro che emerge dall'aggiornamento del 9 luglio di Azienda Zero sulla situazione epidemiologica. 
Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, in regione sono stati annoverati complessivamente 426131 casi di Covid-19, 4817 (+57) dei quali attualmente positivi e 409694 (+48) negativizzati virologici (o guariti), mentre i deceduti collegati al virus, tra strutture ospedaliere e non, sono 11620 (+1). 
In provincia di Verona il totale dei casi emersi è ora di 82610, di cui: 529 (+47) tuttora affetti dal coronavirus, 79454 (+8) negativizzati e 2627 (dato stabile) deceduti. 

tabella-12-39

Negli ospedali del Veneto risultano ricoverate 232 (dato stabile) persone nelle varie aree non critiche, 41 delle quali ancora positive, e 14 (dato stabile) in terapia intensiva, di cui 8 ora negativizzate. 
Prendendo in considerazione solo le strutture del territorio scaligero, si contano 12 (dato stabile) pazienti positivi in area non critica e 3 (dato stabile) in terpia intensiva. Questi i numeri delle singole strutture: 1 all'ospedale di Borgo Roma, 2 a Borgo Trento (di cui 1 in terapia intensiva), 2 a Legnago, 4 a Villafranca, 2 a Bovolone e 4 a Negrar (di cui 2 in terapia intensiva).
2 i pazienti positivi negli ospedali di comunità veronesi: 1 a Bussolengo e 1 a San Bonifacio.

Scarica il report del 9 luglio di Azienda Zero

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, a Verona più della metà dei nuovi casi del Veneto ma nessun nuovo ricovero

VeronaSera è in caricamento