Attualità

Covid-19 in Veneto, contagi sempre in ascesa ma non i ricoveri. A Verona il dato più alto

Secondo l'aggiornamento del 18 luglio di Azienda Zero, sono stati rilevati altri 379 tamponi positivi al Sars-CoV-2, di cui 138 in territorio scaligero. Pressoché inalterata rispetto a sabato la pressione ospedaliera

Immagine di repertorio

Il numero di ricoveri ospedalieri sembra rimanere sotto controllo, mentre i contagi continuano a crescere in Veneto e i nuovi decessi rimangono a zero. È quanto emerge dal bollettino del 18 luglio di Azienda Zero, che segnala altri 379 tamponi positivi al Sars-CoV-2 da sabato
Da quando è scoppiata l'emergenza sanitaria, in regione sono stati registrati complessivamente 428550 casi di Covid-19, 6816 (+348) dei quali attualmente positivi e 410105 (+31) negativizzati virologici (o guariti), mentre i deceduti collegati al virus, tra strutture ospedaliere e non, sono 11629. 
La provincia di Verona ha fatto registrare ancora il dato più alto di tutto il Veneto con 138 nuovi casi emersi, che hanno fatto salire il totale a 83533, di cui: 1389 (+131) tuttora affetti dal coronavirus, 79513 (+7) negativizzati e 2631 deceduti. 

tabella-12-46

Negli ospedali del Veneto risultano ricoverate 239 (+1) persone in area non critica, 45 delle quali ancora positive, e 16 (-1) in terapia intensiva, di cui 7 ora negativizzate. 
Se si considera solo l'area scaligera, si contano 19 (+1) pazienti positivi in area non critica e 5 (-1) in terapia intensiva. Questi i dati delle singole strutture: 10 all'ospedale di Borgo Roma, 4 a Borgo Trento (di cui 3 in terapia intensiva), 2 a Legnago, 2 a Villafranca (di cui 1 in terapia intensiva), 2 a Bovolone e 4 a Negrar (di cui 1 in terapia intensiva).

Scarica il bollettino di Azienda Zero del 18 luglio

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19 in Veneto, contagi sempre in ascesa ma non i ricoveri. A Verona il dato più alto

VeronaSera è in caricamento