Attualità

Covid-19, in Veneto crescono ancora i contagi ma non la pressione ospedaliera

Sono 157 i tamponi positivi al Sars-CoV-2 riportati dall'aggiornamento del 10 luglio di Azienda Zero, che conta 229 pazienti nelle aree non critiche del Veneto e 14 nelle terapie intensive

Altri 157 tamponi positivi al Sars-CoV-2 sono stati registrati in Veneto da venerdì, secondo l'aggiornamento del 10 luglio di Azienda Zero, 57 dei quali nella provincia di Verona. Tranquillizza il fatto che non sono stati ravvisati nuovi decessi e che i ricoveri complessivi hanno compiuto un altro passo verso il basso
Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, in regione sono stati annoverati complessivamente 426288 casi di Covid-19, 4913 (+96) dei quali attualmente positivi e 409755 (+61) negativizzati virologici (o guariti), mentre i deceduti collegati al virus, tra strutture ospedaliere e non, sono 11620. 
Nel Veronese sono 82667 i casi totali emersi, di cui: 589 tuttora affetti dal coronavirus, 79451 negativizzati e 2627 deceduti. 

tabella-12-40

Negli ospedali del Veneto risultano ricoverate 229 (-3) persone in area non critica, 39 delle quali ancora positive, e 14 (dato stabile) in terapia intensiva, di cui 8 ora negativizzate. 
Prendendo in considerazione solo le strutture scaligere, si contano 13 pazienti positivi in area non critica e 3 in terapia intensiva. Questi i dati dei singoli nosocomi: 2 all'ospedale di Borgo Roma, 2 a Borgo Trento (di cui 1 in terapia intensiva), 2 a Legnago, 4 a Villafranca, 2 a Bovolone e 4 a Negrar (di cui 2 in terapia intensiva).

Scarica il report del 10 luglio di Azienda Zero

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, in Veneto crescono ancora i contagi ma non la pressione ospedaliera

VeronaSera è in caricamento