Veneto tra le regioni che rischiano di passare da zona gialla ad arancione

Gli altri territori che potrebbero vedersi aumentare dal Governo le restrizioni sono Liguria, Campania, Toscana, Umbria ed la provincia autonoma di Bolzano

Grafica del Governo sulla suddivisione dell'Italia in aree di rischio Covid

Oggi, 8 novembre, si riunisce la cabina di regia del Governo sull'emergenza Covid e, come riportato da Today.it, entro domani potrebbero esserci delle novità introdotte tramite ordinanza da parte del ministro della salute Roberto Speranza. Tra queste novità sarebbe inclusa anche la possibilità che alcune regioni possano vedersi aumentare le limitazioni per contrastare l'aumento dei contagi e dei ricoveri causati dalla circolazione del virus. Ed il Veneto è una delle regioni a rischio.

Il Governo ha indicato tre soglie di rischio, contrassegnandole con dei colori. Le regioni con il rischio relativamente più basso sono quelle gialle ed il Veneto al momento rientra tra queste. Ma se l'emergenza coronavirus dovesse aggravarsi le regioni gialle possono diventare arancioni e quindi avere maggiori restrizioni alle attività ed agli spostamenti. Lo scenario peggiore, infine, è quello delle regioni rosse, le quali sono praticamente in lockdown.

Il presidente del Veneto Luca Zaia aveva messo tutti in guardia sull'assegnazione della zona gialla alla sua regione. Zaia aveva usato l'esempio del semaforo, il cui colore giallo dura poco. Ed in effetti il Veneto potrebbe non essere più una regione gialla, ma potrebbe diventare arancione insieme a Liguria, Campania, Toscana, Umbria ed alla provincia autonoma di Bolzano. Tutto dipende dai 21 parametri scelti dal Governo per calcolare il rischio che la pandemia possa andare fuori controllo.

Ed il Veneto rischia di entrare nella fase arancione anche in base al piano che si è dato per gestire l'emergenza. Un piano basato sul numero dei ricoverati per coronavirus e che è suddiviso in 5 fasi. Attualmente il territorio regionale si trova in Fase 3, contrassegnata con il colore giallo, ma il continuo aumento dei pazienti Covid lascia prevedere un imminente ingresso in Fase 4, quella contrassegnata appunto con il colore arancione. Una fase già anticipata dal provvedimento della Regione che da ieri, 7 novembre, ha cominciato a sospendere attività ambulatoriali e chirurgiche programmate e non urgenti in tutti gli ospedali e non solo in quelli dedicati ai pazienti Covid.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Variante inglese, Crisanti: «Se c'è, allora strade d'accesso al Veneto bloccate e lockdown»

  • Verso il nuovo Dpcm: ipotesi divieto asporto dopo le 18, più semplice entrare in zona rossa

Torna su
VeronaSera è in caricamento