rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità Negrar / Viale Luigi Rizzardi

Vaccini anti-Covid anche nelle strutture socio-sanitarie dell'ospedale di Negrar

Dopo i primi 120 operatori sanitari del Sacro Cuore Don Calabria, la somministrazione è cominciata anche tra gli ospiti delle delle della Cittadella della Carità

Non poteva iniziare in un modo migliore il 2021 all'ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar. Nel pomeriggio del 31 dicembre sono arrivate le prime 120 dosi di vaccino anti-Covid con le quali ieri, 1 gennaio, sono stati vaccinati altrettanti operatori sanitari. Oggi, sono state somministrate altre 120 dosi, 30 delle quali agli ospiti delle strutture socio-sanitarie (Casa Perez, Casa Nogarè e Casa Clero) della Cittadella della Carità, l'area di cui fa parte anche l’ospedale. Sono i primi 30 dei 250 ospiti residenti: anziani autosufficienti e non, tra cui molti religiosi, e pazienti psichiatrici. Una popolazione ad alto rischio di contrarre il Covid nella sua forma più grave. La prima a ricevere il vaccino è stata una sorridente signora di 90 anni.

La programmazione vaccinale proseguirà nei prossimi giorni a ritmo serrato, favorita anche dalla disponibilità nei locali della farmacia ospedaliera dei frigoriferi in cui conservare a -80 gradi centigradi il prezioso siero. La direzione dell'ospedale prevede che entro la prima settimana di febbraio il Sacro Cuore Don Calabria sarà Covid free per quanto riguarda gli oltre 2mila dipendenti, compresa la seconda dose di richiamo.

La vaccinazione sul personale rientra anche in uno studio clinico per verificare l'effetto e la durata del vaccino, monitorando l'andamento degli anticorpi contro il virus prima della somministrazione del siero e dopo, a step successivi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anti-Covid anche nelle strutture socio-sanitarie dell'ospedale di Negrar

VeronaSera è in caricamento