rotate-mobile
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Scuola, nuove regole Covid e 700 bimbi tornano in nidi e scuole dell'infanzia

L'attività educativa e didattica può proseguire in presenza finché non ci sono cinque positivi al virus nella stessa classe e questo ha permesso un rientro di 31 sezioni a Verona

Da questa mattina, 7 febbraio, sono diventate effettive per le scuole veronesi le nuove regole di prevenzione dai contagi di coronavirus. «Una vera e propria rivoluzione che abbiamo caldeggiato con tutte le nostre forze», ha commentato l'assessore all'istruzione del Comune di Verona Maria Daniela Maellare. Grazie, infatti, alle norme introdotte dall'ultimo decreto governativo, 700 bambini sono potuti rientrare all'asilo nido o alla scuola dell’infanzia.
Secondo quanto stabilito dal Governo, in presenza di quattro o meno casi di positività al coronavirus nella stessa sezione o gruppo classe non scatta alcun divieto e l'attività educativa e didattica dei bimbi prosegue in presenza. Questo ha permesso, in un colpo solo, il ritorno a scuola di 15 sezioni dei nidi, per un totale di 300 bambini, e di 16 sezioni delle scuole dell’infanzia, con altri 400 bambini. Numeri importanti, dato che sono 1.018 gli iscritti ai nidi comunali veronesi (con 303 educatori) e 1.851 gli iscritti alle scuole dell'infanzia (con 230 insegnanti).

Con le nuove regole, l'attività educativa e didattica viene sospesa per cinque giorni solo con cinque o più casi di positività nella stessa sezione o gruppo classe. In caso di meno contagi, le lezioni continuano in via ordinaria. Docenti ed educatori sono però tenuti a utilizzare mascherine ffp2 fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso di positività. Bimbe e bimbi con sintomi che possono far ipotizzare un contagio da coronavirus, devono sottoporsi a un tampone antigenico (anche fai da te) o a un test molecolare. Test anche per gli asintomatici, ma dopo cinque giorni dall'ultimo contatto.

«Già venerdì scorso, abbiamo avvisato tutte le famiglie, cercando di rassicurare i genitori e dare le indicazioni corrette per il ritorno in classe dei più piccoli - ha dichiarato Maellare - Siamo felici che il Governo si sia mosso in questa direzione, anche per dare serenità alle famiglie. A Verona non abbiamo mai avuto sezioni con più di 4 contagi, per cui l’esperienza ci fa ben sperare. Quello che ci auguriamo tutti è che per le scuole inizi finalmente un momento più stabile e tranquillo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, nuove regole Covid e 700 bimbi tornano in nidi e scuole dell'infanzia

VeronaSera è in caricamento