Covid, direttore pneumologia dell'Aoui di Verona: «Serve personale»

Claudio Micheletto, responsabile del reparto Covid dell'ospedale di Borgo Trento da poco riaperto: «Qui è peggio che a marzo. Non per i numeri, però il flusso è continuo»

(Foto di repertorio)

«Qui è peggio che a marzo». Parole che nessuno avrebbe mai voluto sentire e che invece sono state pronunciate ad Ansa da Claudio Micheletto, il direttore di pneumologia dell'Azienda ospedaliera universitaria integrata (Aoui) di Verona e responsabile del reparto Covid dell'ospedale di Borgo Trento, riaperto da poco.

Rispetto a quanto scritto dallo stesso Micheletto su Facebook subito dopo la riapertura del reparto, il tono del suo intervento è più preoccupante, anche se il dottore ha spiegato che rispetto ai mesi più duri della pandemia i problemi sono diversi. «Quando parlo di marzo, non dico certo nei numeri - ha detto - Però il flusso è continuo. Dobbiamo allargare la disponibilità di posti e serve il personale. Stiamo facendo una chiamata alle armi, dobbiamo richiamare medici e infermieri».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla delicatezza dell'attuale situazione è intervenuta anche Flavia Petrini, presidente della Società italiana di anestesia, rianimazione e terapia intensiva. «Serve assoluto rigore - ha dichiarato sempre ad Ansa - Vediamo 50enni che si ammalano gravemente, sono persone che hanno una vita sociale attiva. Il peso maggiore non è ora sulle terapie intensive ma il virus gira in Italia in modo generalizzato e le regioni che erano meno attrezzate lo subiscono di più».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento