Cori a Balotelli, sospesa la chiusura delle Poltrone Est con la Fiorentina

Nel frattempo in Terza Circoscrizione è stata bocciata "la mozione che avrebbe impegnato il Sindaco a condannare gli ululati razzisti" indirizzati all'attaccante del Brescia

Immagine di repertorio

Il caso dei cori razzisti di Balotelli, sfociato in un mare di polemiche che hanno investito tutto lo stivale, dal punto di vista "calcistico" aveva portato alla chiusura per un turno del settore da cui sarebbero partiti gli ululati in direzione del centravanti del Brescia, ovvero le Poltrone Est.
L'Hellas Verona però, assistito dall'avvocato Stefano Fanini, ha presentato ricorso e la Corte Sportiva d’Appello Nazionale della FIGC ha disposto un supplemento istruttorio e nelle more ha sospeso la sanzione. Per la sfida contro la Fiorentina quindi i tifosi potranno sedersi al loro posto

È un provvedimento ragionevole che ci soddisfa: siamo riusciti con grande impegno e determinazione, in un momento molto delicato, come facilmente comprensibile a tutti, ad evidenziare minuziosamente all’Organo Giudicante le varie incongruenze emerse dall’analisi degli atti ufficiali di gara, ora meritevoli di approfondimento, soprattutto in merito all’assoluta ingiustizia di colpevolizzare un intero settore – commenta il Direttore Operativo di Hellas Verona FC, Francesco Barresi -. Nel contesto non potevano passare inosservate tutte le iniziative poste in atto dal Club a livello organizzativo e gestionale, sia a livello preventivo che successivamente alla gara. Abbiamo sempre cooperato con le Autorità preposte, ai fini dell’individuazione di eventuali colpevoli, così come richiesto dal Codice di Giustizia Sportiva. Attendiamo ora fiduciosi l’esito del supplemento di indagine, auspicando naturalmente una definitiva decisione favorevole e, in ogni caso, equa per il Club e per la nostra tifoseria, anche alla luce della valutazione della giustizia sportiva, in casi analoghi, durante la corrente stagione sportiva. L'Hellas Verona continuerà quindi a collaborare con tutte le autorità competenti affinché, al Bentegodi come in trasferta, venga seguito un comportamento corretto e rispettoso dei principi e dei valori etici e morali, cui il Club si ispira da sempre. Il tutto a tutela anche di chi, e sono davvero tanti, ci segue e tifa con grande passione e correttezza. Aspettiamo tutti i nostri tifosi domenica allo stadio con il sostegno aggiuntivo di quasi mille bambini del Progetto Scuola, come già avvenuto in precedenti occasioni. Questi piccoli tifosi saranno presenti con striscioni e slogan contro ogni discriminazione.

Dal punto di vista politico invece, il caso fa ancora discutere. Un post pubblicato sulla pagina Facebook dei Giovani Democratici di Verona infatti, racconta che nella serata di mercoledì il consiglio della Terza Circoscrizione ha bocciato "la mozione che avrebbe impegnato il Sindaco a condannare gli ululati razzisti contro Balotelli durante la partita Hellas-Brescia dello scorso 3 novembre".

Non una parola da parte della maggioranza, ma solo un risultato, quello della votazione:

  • 8 favorevoli (PD, 5stelle, Vr in comune);
  • 3 astenuti (Lista Tosi e Gruppo misto);
  • 8 CONTRARI (Lega Nord, Famiglia è futuro, Vr Pulita, Vr Domani).

Credevamo passasse senza intoppi, ma evidentemente anche affermare che Verona non è razzista è un problema per chi governa la Circoscrizione e la Città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

  • Temporali in arrivo dopo il gran caldo: stato di attenzione in Veneto fino a martedì

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento