Controlli misure anti Covid-19: nessuna violazione rilevata a Verona dalla Polizia locale

Gli accertamenti sono stati eseguiti nel pomeriggio di martedì e hanno riguardato sia l’ultima ordinanza sindacale anti-assembramento che riguarda la città, sia le altre misure da tempo in vigore in tutta la nazione

Controlli della Polizia Locale a Verona - Immagine di repertorio

Pieno rispetto delle nuove misure anti contagio da parte di attività commerciali e cittadini. È questo il positivo risultato riscontrato dalla Polizia locale di Verona durante i controlli effettuati martedì pomeriggio sul territorio cittadino.

Le verifiche hanno riguardato sia l’ultima ordinanza sindacale anti-assembramento, che dispone in alcune zone i divieti di accesso, stazionamento e utilizzo delle panchine, sia le altre misure anti-Covid da tempo in vigore.

Le pattuglie, 4 in uniforme e 2 in borghese, hanno monitorato le aree dei giardini di Riva San Lorenzo, del parco giochi di via Abba, di piazza Castelvecchio, di piazza Bra, della zona ex Arsenale, di piazza San Nicolò, di piazza Pasque Veronesi, delle alzaie fiume Adige e dei giardini di via Volturno. Nessuna violazione accertata.

Verifiche hanno riguardato anche le attività che, secondo l’ultimo Dpcm, sono ad oggi sospese o che devono restare chiuse dopo le ore 18. Anche su questo fronte nessuna violazione accertata. I controlli hanno riguardato complessivamente 127 esercizi commerciali e di somministrazione e 21 persone. Monitorate le attività in diversi quartieri cittadini.
Infine, per il contrasto della prostituzione, effettuati controlli in via Bresciana, via Gardesane e nella la zona tra lo stadio e la stazione ferroviaria.

«Un risultato che conferma, ancora una volta, l’impegno e la serietà dimostrati fino ad oggi dai veronesi di fronte al rischio di contagio – dichiara il sindaco Federico Sboarina –. Cittadini e esercenti sanno rispettare le regole, ma resta la preoccupazione per il crescente disagio sociale, perché oltre alla lotta al virus aumentano le difficoltà economiche. I controlli dei nostri agenti e delle Forze dell'ordine servono ad entrambe le questioni: identificazione di chi non rispettando le regole mette a rischio la salute di tutti, dimostrare che i nostri locali sono in regola per lavorare».

«Le verifiche da parte della Polizia locale continueranno – precisa l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato –. La salute pubblica può essere garantita solo attraverso interventi puntuali rispettati da tutti. Per questo, ogni giorno, pattuglie di agenti sono impegnate nel tenere monitorate le aree più sensibili della città, in cui sono in vigore i divieti anti-assembramento disposti dal sindaco. È positivo anche il dato sugli esercizi controllati per evitare che la furbizia di qualcuno danneggi ancora di più una intera categoria già in ginocchio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Dopo l'abbandono, il piccolo Zeno lascia l'ospedale per andare in affidamento

Torna su
VeronaSera è in caricamento