Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Comune di Verona nel mirino di «Friday for Future»: contestazione e lancio di proposte

«Il Comune per l'ambiente non sta facendo niente» hanno urlato i manifestanti in piazza Brà rivolgendosi all'amministrazione Sboarina

 

Una dichiarazione di emergenza climatica, luci a led per ridurre l'impatto ambientale, ridurre il costo del trasporto pubblico per incentivarlo. Sono alcune delle  richieste dei manifestanti, che nella giornata del 27 settembre hanno invaso il centro di Verona, rivolte all'amministrazione Sboarina, bersagliata anche dal coro «Il Comune per l'ambiente non sta facendo niente». Sul palco della protesta infatti, la relatrice ha affermato che tutti e 28 i consiglieri comunali erano stati invitati ad un incontro per discutere alcune sulla questione climatica, ma solo 4 avrebbero aderito (Michele Bertucco, Tommaso Ferrari, Elisa La Paglia e Ilaria Segala). 
Sono state annunciate anche alcune iniziative promosse con l'aiuto di un'ottantina di insegnanti, per provare a muoversi concretamente verso un futuro più sostenibile. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento