Lavori pubblici a Verona, Comune accelera la sistemazione delle strade

Inseriti nel programma per quest'anno gli interventi urgenti per Strada Castellana e per alcuni tratti di Via San Mattia e Salita San Lorenzo, al costo complessivo di 200mila euro

Strada Castellana (Foto Gmaps)

Giovedì scorso, 10 settembre, è ripresa l'attività del consiglio comunale di Verona, dopo la pausa estiva.

Al primo punto, l'esame di alcune modifiche introdotte al programma triennale dei lavori pubblici 2020-2022. Il documento è stato approvato con 24 voti favorevoli, 1 contrario e 6 astenuti. Inseriti nel programma per l'anno 2020 i lavori urgenti di sistemazione della Strada Castellana, per un costo di 100mila euro; e di alcuni tratti di Via San Mattia e Salita San Lorenzo, per 100mila euro. L'ampliamento del giardino Lombroso, che prevedeva per quest'anno un impegno di spesa pari a 200mila euro, è stato invece spostato.
Per l'anno 2021, invece, previsti gli interventi di messa in sicurezza sismica degli uffici comunali dell'edilizia privata, in Lungadige Capuleti, per un costo di 985mila euro, e di sostituzione serramenti e coibentazione esterna, per 550mila euro, sempre per gli stessi uffici. Per il contenimento dei consumi, saranno inoltre sostituiti i serramenti esterni di Palazzo Barbieri per 1.550.000 euro. Inoltre, vengono inseriti gli interventi di miglioramento energetico e antincendio del centro socio-culturale Mazzini, in sesta circoscrizione, per 350mila euro, e del centro polifunzionale Saval, per 200mila euro. Infine, sono state adottate variazioni degli stanziamenti in entrata per consentire l'ottenimento di un contributo ministeriale per l'acquisto di libri per le biblioteche.

Approvato, con 26 voti favorevoli ed 1 astenuto, lo schema di convenzione per la delega al Comune della competenza a concedere in uso, in orario extrascolastico, le strutture sportive di proprietà o disponibilità della Provincia, per il periodo 2020/23. Nel documento è stato inoltre indicato, per la stagione sportiva 2020/21, l'importo orario pari a 2,33 euro che il Comune dovrà pagare alla Provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento