rotate-mobile
Attualità Centro storico / Piazza Brà

Istituita a Verona la Consulta del Verde. E via libera a due rotonde in Via Gelmetto

Approvato dal consiglio comunale il regolamento del nuovo organismo per la tutela dell’ambiente. Messi inoltre a bilancio diversi finanziamenti per la sicurezza e per la riqualificazione di alcuni edifici

Il Comune di Verona si dota di una Consulta per il verde, modifica il bilancio incamerando diversi nuovi finanziamenti e dà il via libera alla realizzazione di due nuove rotatorie in Via Gelmetto. Tutte decisioni prese ieri, 16 maggio, durante la seduta del consiglio comunale (qui la videoregistrazione).

Con 21 voti favorevoli e 7 astenuti, il consiglio ha ufficialmente istituita una Consulta per il verde, dotandola di un regolamento. Con questa novità, il Comune ha compiuto un ulteriore passo verso una maggiore e continua attenzione per la tutela dell’ambiente e la valorizzazione del verde pubblico e privato. Tra le finalità del nuovo organismo, infatti, c’è quella di proteggere le risorse naturali, preservare il paesaggio, il patrimonio naturale e valorizzare le formazioni sociali presenti sul territorio. Il tutto per favorire una cultura urbana del verde coinvolgendo attivamente i cittadini e le associazioni locali.

Approvate dal consiglio, con 21 voti favorevoli e 9 astenuti, anche nuove variazioni al bilancio 2024 nell'ambito della sicurezza urbana e non solo. È stato riconosciuto dal Ministero della difesa un finanziamento di oltre tre milioni di euro per il restauro e l'adeguamento della caserma Dalla Bona. Risorse importanti che si aggiungono a quelle già stanziate dal Comune di Verona, quale stazione appaltante, nell’ambito del protocollo d’intesa e dell’accordo sottoscritto nel 2021 tra Ministero della difesa, Comune di Verona e Agenzia del Demanio, volto alla rifunzionalizzazione degli immobili del comprensorio militare "Pianelli - Li Gobbi - Dalla Bona". Per i lavori alla caserma Dalla Bona l’investimento complessivo è stato di 6,7 milioni di euro.
Un ulteriore finanziamento è stato registrato anche per i maggiori contributi di 1.624.000 euro, di cui 1.005.000 euro da Regione Veneto e 619.000 euro dallo Stato, destinati al completamento della riqualificazione dei servizi igienici dell’anfiteatro Arena in previsione dei Giochi olimpici e paralimpici di Milano-Cortina 2026. L’intervento sarà effettuato dal soggetto attuatore, la società Infrastrutture Milano Cortina 2020-2026 Spa, senza inserimento nel Programma Triennale dei Lavori pubblici.
Da parte del Ministero dell'interno arrivano inoltre 230mila euro di finanziamento per il potenziamento delle attività in favore della sicurezza urbana. I fondi saranno destinati alle assunzioni di nuovi agenti di polizia locale e all'installazione di 17 videocamere, dotate di tecnologia per la lettura delle targhe, che saranno posizionate in 15 nuove aree.
Fra le variazioni di rilievo anche il finanziamento da parte del Comune di 40mila euro per l’intervento di sistemazione di Via San Leonardo. La salita, chiusa da febbraio a causa del cedimento di un tratto del muro di cinta, sarà così messa in sicurezza e riaperta al transito.

Progetto due rotonde via gelmetto

Con 22 voti favorevoli e 11 astenuti è stata anche approvata la variante urbanistica per la realizzazione di due rotatorie stradali a Verona Sud. La prima rotatoria verrà realizzata all’incrocio tra Via Gelmetto e Strada delle Trincee, con modifica del sedime stradale nell’ultimo tratto di Strada delle Trincee e la realizzazione di un'area boscata di circa 3.900 metri quadrati compresa tra Strada delle Trincee e Via Gelmetto. La seconda invece sarà all’incrocio tra Via Vigasio, Via Gelmetto e Strada Cà Brusà. Le zone interessate dall’intervento stradale in oggetto sono di proprietà comunale, ad eccezione delle aree attualmente di proprietà di due aziende private che realizzeranno l'intervento stesso e che verranno «trasferite al Comune gratuitamente e previo frazionamento a propria cura e spese entro il termine massimo di sei mesi dalla data di approvazione da parete del Comune del certificato di collaudo finale».

Approvato, con 22 voti favorevoli e 9 astenuti, il riconoscimento della legittimità di debito fuori bilancio di complessivi 262.949, in esecuzione ordinanza della Corte d’Appello di Venezia in favore di Agricola Meneghelli Aldo & Figli e di Agricola Cooperativa San Massimo, a seguito della procedura espropriativa svolta per la realizzazione della strada denominata "Mediana".

Infine, il consiglio comunale ha approvato, con 23 voti favorevoli, 1 contrario e 8 astenuti, anche l’ordine del giorno presentato dai consiglieri di Fratelli d’Italia che esprime solidarietà alle forze dell'ordine, agli operatori della sicurezza e a chi sceglie di dedicare la propria vita alla sicurezza della comunità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituita a Verona la Consulta del Verde. E via libera a due rotonde in Via Gelmetto

VeronaSera è in caricamento