Dopo 35 anni di servizio, arriva il congedo per il luogotenente Giovanni Zerilli

Comandante della stazione di Castel d'Azzano, ha prestato la sua opera, nei vari gradi e con incarichi diversi, nelle stazioni di San Bonifacio e Bosco Chiesanuova nonché al Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di San Bonifacio

Il luogotenente Giovanni Zerilli

Dopo trentacinque anni di servizio nell’Arma dei Carabinieri, il Comandante della stazione di Castel d’Azzano, il Luogotenente Giovanni Zerilli lascia il servizio attivo ed è collocato in congedo per anzianità.

Originario di Marsala, il sottufficiale è approdato nel territorio veronese dal 1988, dopo aver frequentato nel biennio '85-'87 la Scuola Allievi Sottufficiali di Velletri e Firenze ed aver prestato servizio, quale vice comandante, nella stazione Carabinieri di Pellestrina (VE).

In terra scaligera, il Luogotenente Zerilli ha prestato la sua opera, nei vari gradi e con incarichi diversi, nelle stazioni Carabinieri di San Bonifacio e Bosco Chiesanuova nonché al Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di San Bonifacio.

Dal 2012 ha assunto il comando della neo costituita stazione Carabinieri di Castel d’Azzano distinguendosi per le sue competenze professionali e per la sua equilibrata azione di comando, costituendo un punto di riferimento sia per le Istituzioni che per le comunità che gli sono state affidate, le quali lo hanno salutato con stima e riconoscenza per la preziosa opera da lui prestata in quel territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento