Attualità

Omofobia, Verona Pride propone corso di formazione ad un pastificio

L'azienda nega, ma è stata condannata a risarcire un ex dipendente che per anni è stato chiamato "finocchio". Il Comitato Verona Pride: «Fateci entrare in azienda con un bel corso su orientamento sessuale e identità di genere»

Immagine generica

Al Pastificio chiediamo di farci entrare in azienda con un bel corso di informazione e formazione su orientamento sessuale e identità di genere, in modo da fugare ogni dubbio sull'omofobia dell'azienda.

La proposta arriva dal Comitato Verona Pride 2019 che sta organizzando una grande manifestazione per il prossimo 18 maggio in favore dei diritti delle persone LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e trans). La richiesta è stata avanzata dal comitato al Pastificio dopo la condanna della Corte di Cassazione nei confronti dell'azienda di San Giovanni Lupatoto. La condanna riguarda alcune condotte vessatorie messe in atto tra il 2001 e il 2007 a danno di un ex manager. Quando era dipendente del pastificio, questo dirigente ha subito ripetute offese sulla sua presunta omosessualità, venendo ripetutamente chiamato "finocchio". L'azienda «ha sempre negato e continua a negare», come riportato in una nota ufficiale del Pastificio. 

«Dubitiamo che se i fatti non fossero quelli contestati all'azienda si sarebbe arrivati alla Cassazione», è la posizione espressa dal Comitato Verona Pride 2019, che ha ricordato anche due casi simili: quello di Guido Barilla che in una trasmissione radiofonica disse che la Barilla non avrebbe mai fatto pubblicità con omosessuali, «da allora moltissime persone lgbt nel mondo non comprarono più un prodotto Barilla», scrive ancora il comitato. L'altro episodio è quello della Fiera del Riso di Isola della Scala, il cui presidente ribadì che la manifestazione era «una grande festa delle famiglie e per noi la famiglia è intesa mamma, papà e figli».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omofobia, Verona Pride propone corso di formazione ad un pastificio

VeronaSera è in caricamento