Nuovo Comando per la Polizia locale di Verona: ci sono quattro candidature

«Non si trattava di una gara e non conseguirà, pertanto, l’aggiudicazione», ha sottolineato l'assessore Edi Maria Neri, la quale ha ribadito che «spetterà ora alla giunta valutare le differenti opzioni disponibili»

Immagine di repertorio

Sono 4 le candidature giunte al Comune di Verona per dare una nuova sede al Comando della Polizia locale. Lo scorso 11 aprile, infatti, è scaduta la “manifestazione di interesse” per cercare sul mercato immobiliare, in affitto, da acquistare o da proporre in permuta, un edificio adatto ad ospitare il nuovo Comando. A quel bando sono giunte 4 offerte per altrettanti edifici, situati in zona sud della città.

L’Assessorato al Patrimonio che ha pubblicato la “manifestazione di interesse” richiedeva che l’immobile candidato disponesse di alcune caratteristiche: superfici minime comprese tra 3.500 e 4 mila metri quadri complessivi da destinare a uffici, oltre a posti auto pertinenziali (almeno 60) e ulteriori aree parcheggio per 50 motocicli.

L’immobile deve rispondere anche ad altri requisiti: essere ubicato nel territorio comunale di Verona, preferibilmente in zona centrale, essere libero, avere destinazione d’uso “direzionale”, risultare a norma e dotato di impianto di condizionamento e cablaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Si è conclusa questa prima fase – ha detto l’assessore al Patrimonio Edi Maria Neri – che è stata avviata dall’Amministrazione in ottica esplorativa. L’obiettivo era verificare presenza e disponibilità, sul mercato immobiliare cittadino, di edifici rispondenti a determinate caratteristiche, necessarie per ospitare il nuovo Comando. Non si trattava di una gara e non conseguirà, pertanto, l’aggiudicazione. Spetterà ora alla giunta valutare le differenti opzioni disponibili, comparando tra loro le quattro proposte presenti sul mercato immobiliare, le ipotesi di utilizzo di patrimonio comunale e quelle di utilizzo di patrimonio demaniale statale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I supermercati più convenienti? Primeggia il Triveneto, ecco quali sono a Verona

  • Elezioni del 20 e 21 settembre 2020: come si potrà votare e per cosa

  • A Verona un nuovo decesso e altri 35 casi positivi: tutti i Comuni di appartenenza

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Zaia ha anche un lista tutta sua, ecco i candidati in provincia di Verona

  • Elezioni regionali, suppletive e referendum costituzionale: seggi aperti in Veneto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento