rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Attualità Centro storico / Piazza Bra

I colori della bandiera ucraina illuminano la Gran Guardia a Verona, Sboarina: «La guerra è una follia»

Il sindaco di Verona: «Non ci sono giustificazioni, tutta la nostra vicinanza va al popolo ucraino, cittadini e famiglie che sono vittime innocenti dell’invasione russa»

Verona esprime vicinanza e solidarietà al popolo di Kiev, capitale assediata in queste ore dalle truppe russe. Nelle serate di venerdì 25 e sabato 26 febbraio, il palazzo della Gran Guardia in piazza Bra, nel cuore della città, sarà illuminato con i colori blu e giallo della bandiera ucraina. Un gesto simbolico nei confronti del popolo ucraino che sta attraversando momenti drammatici.

«La guerra è una follia, quello che sta accadendo in queste ore è assurdo e va condannato in modo assoluto – commenta il sindaco Federico Sboarina -. Non ci sono giustificazioni, tutta la nostra vicinanza va al popolo ucraino, cittadini e famiglie che sono vittime innocenti dell’invasione russa. A Verona la comunità ucraina conta più di 650 persone, quasi tutte donne che vengono qui per lavorare e che hanno le proprie famiglie in Ucraina. Non possiamo essere insensibili al dramma di queste persone, la guerra va condannata sempre, si deve assolutamente fermare». 

Domenica mattina, dalle ore 11 alle 13 in piazza Bra a Verona si terrà inoltre una manifestazione per la libertà del popolo ucraino e a favore della pace. Lorenzo Dalai fa sapere che «Più Europa sarà anche in collegamento diretto con altre venti piazze di città italiane. A Roma ci saranno Emma Bonino e Benedetto Della Vedova che si collegheranno con noi. Abbiamo già avuto l'adesione di esponenti veronesi di altri partiti, tra cui Azione, Partito Socialista, Partito Democratico e Italia Viva».

Ucraina-2

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I colori della bandiera ucraina illuminano la Gran Guardia a Verona, Sboarina: «La guerra è una follia»

VeronaSera è in caricamento