menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Arnaldo Soldani, Paolo Pellegrini e don Bruno Fasani

Arnaldo Soldani, Paolo Pellegrini e don Bruno Fasani

Gli antichi codici della Biblioteca Capitolare in digitale e disponibili a tutti

La sfida è stata raccolta dai ricercatori e dai docenti dell'università di Verona con il Lamedan, il neonato laboratorio di studi medievali e danteschi

Rendere accessibile alla comunità scientifica internazionale e ai cittadini i tesori contenuti nella Biblioteca Capitolare attraverso la digitalizzazione. È l'obiettivo che si sono posti i ricercatori e i docenti dell'università di Verona con il Lamedan, il laboratorio di studi medievali e danteschi.

Il nuovo centro universitario è stato presentato ieri, 28 maggio, nella Capitolare, dal delegato del rettore Mario Pezzotti, dall'assessore alla cultura di Verona Francesca Briani, dal prefetto della biblioteca monsignor Bruno Fasani e dal direttore del Lamedan Arnaldo Soldani.

arnaldo-soldani-paolo-pellegrini-bruno-fasani-2
(Arnaldo Soldani, Paolo Pellegrini e don Bruno Fasani)

Il neonato laboratorio vuole creare nel giro di qualche anno una banca dati open-access che offra agli studiosi la possibilità di accedere a nuove descrizioni codicologiche dei manoscritti in formato elettronico e di visualizzare i codici in modalità digitale. Il progetto intende mettere a fuoco il processo di costituzione e le dinamiche di fruizione di questo patrimonio in epoca medioevale.

Lamedan è il risultato del progetto di ricerca "Dascabida: dallo scriptorium carolingio alla biblioteca di Dante" del dipartimento di culture e civiltà dell'università, realizzato in collaborazione con il dipartimento di informatica. Per realizzarlo sono stati acquistati hardware, software, supporti per l'archiviazione di metadati e attrezzature fotografiche.

Tra gli scopi principali del laboratorio anche la costituzione di un centro di raccolta di fondi e sussidi bibliografici di interesse specifico per consentire la diffusione del sapere negli ambiti legati ai progetti di ricerca, la promozione di un'attività seminariale e di didattica di base per gli studenti, a partire dai primi anni della loro carriera universitaria e l'attivazione di master focalizzati sugli obiettivi del laboratorio.

codice-capitolare-4

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento