Attualità Centro storico / Piazza Bra

Cinema a tre euro a Verona, i film in promozione all'Alcione e al Rivoli

All'Alcione è in programma «Cyrano Mon Amour» di Alexis Michalik, mentre al Rivoli c'è la pellicola «Colette» di Wash Westmoreland. I biglietti a tre euro valgono solo per martedì 14 maggio

Martedì 14 maggio, secondo appuntamento con i film al cinema al costo di tre euro, progetto organizzato dalla Federazione Italiana Cinema d'Essai (Fice) delle Tre Venezie, dall'Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (Agis) delle Tre Venezie e dalla Regione del Veneto. La promozione a Verona sarà al Cinema Teatro Alcione e al Multisala Rivoli.

All'Alcione è in programma alle 15.30, alle 18 e alle 20.30 il film «Cyrano Mon Amour» di Alexis Michalik.
Dicembre 1897, Parigi. Edmond Rostand è un giovane drammaturgo dal talento geniale, ma sfortunatamente tutto ciò che ha scritto finora è stato un flop e da due anni a questa parte è afflitto dal blocco dello scrittore. Ma grazie alla sua ammiratrice Sarah Bernhardt, Rostand conosce il più celebre attore del momento, Constant Coquelin, che insiste nel voler recitare nella sua prossima commedia e vorrebbe farla debuttare in sole tre settimane. C’è però un piccolo problema: Rostand non l'ha ancora scritta! Nonostante le esigenze dei produttori, i capricci delle attrici, la gelosia della compagna e i problemi amorosi del suo migliore amico, Rostand inizia a scrivere la nuova commedia, di cui non sa nulla e in cui nessuno inizialmente sembra credere. La sola cosa che conosce è il titolo: «Cyrano de Bergerac».

Al Rivoli inizia alle 21.30 il film «Colette» di Wash Westmoreland.
È la storia di Sidonie-Gabrielle Colette, l'autrice più innovativa e spregiudicata della Belle Époque parigina. Nata e cresciuta in un piccolo centro della campagna francese, Colette arriva nella Parigi di fine Ottocento dopo aver sposato Willy, un ambizioso impresario letterario. Affascinata dalla vivacità intellettuale dei salotti della capitale e spinta a scrivere dal marito, Colette riprende i suoi scritti di scuola e dà alla luce una serie di libri pubblicati con il nome di Willy. I romanzi diventano ben presto un fenomeno letterario e la loro protagonista diventa un'icona della cultura pop parigina, oltre che un simbolo di libertà femminile. Mentre cresce insieme alla sua Claudine, diventando sempre più consapevole di se stessa, Colette decide di porre fine al suo matrimonio e inizia una battaglia per rivendicare la proprietà delle sue opere e guadagnare la sospirata emancipazione sociale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema a tre euro a Verona, i film in promozione all'Alcione e al Rivoli

VeronaSera è in caricamento