Attualità Strada dell'Alpo

Cimice asiatica, gravi danni all'agricoltura: nasce un progetto per monitorarla

Questo insetto provoca gravi problemi nelle campagne, colpendo meli, peri, kiwi, ma anche peschi, ciliegi, albicocchi e orticole. Coldiretti Verona dunque cerca di correre ai ripari

Con l’arrivo del caldo torna puntuale l’invasione delle cimici che si stanno moltiplicando creando gravi problemi nelle campagne, colpendo meli, peri, kiwi, ma anche peschi, ciliegi, albicocchi e orticole con danni che possono arrivare fino al 40% dei raccolti nei terreni colpiti.

Coldiretti Verona ha sviluppato un progetto sperimentale di monitoraggio della cimice asiatica con altri partner quali Agrea Centro Studi, AIPO – Associazione interregionale produttori olivicoli di Verona, Consorzio Agrario del Nord-Est, Banco BPM oltre ai Mercati Ortofrutticoli alla produzione di Bussolengo-Pescantina,Sommacampagna/Sona, Valeggio sul Mincio/Villafranca di Verona . La conoscenza del ciclo biologico della cimice, delle condizioni ambientali e territoriali in cui è in grado di vivere sono alla base di una corretta e mirata difesa fitosanitaria per contenere il fenomeno.

Il progetto e le modalità di diffusione dei dati del servizio di monitoraggio agli agricoltori per essere costantemente informati sulla situazione dell’insetto nei loro territori, saranno presentati alla stampa lunedì 17 giugno, alle ore 10.30, presso l'azienda agricola Renzo Bonizzato, Strada dell’Alpo 112, a Verona.

Saranno presenti alla conferenza stampa: Giuseppe Ruffini, direttore di Coldiretti Verona; Renzo Bonizzato, produttore; Massimiliano Pasini, tecnico di Agrea Centro Studi; Enzo Gambin, direttore di Aipo Verona; Andrea Finotti, responsabile tecnico settore fitosanitario del Consorzio Agrario del Nord est; oltre ai rappresentanti del Banco Bpm e dei mercati ortofrutticoli. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimice asiatica, gravi danni all'agricoltura: nasce un progetto per monitorarla

VeronaSera è in caricamento