"Problema di natura chimica". Ritirato un lotto di ciliegie Sapori di Verona

Sono stati i supermercati Bennet a richiamare un lotto di queste confezioni per la presenza di principio attivo non autorizzato nel prodotto

Una delle confezioni ritirate

I supermercati Bennet hanno disposto il ritiro dagli scaffali di un lotto delle confezioni di ciliegie fresche per la presenza di principio attivo non autorizzato nel prodotto. A comunicarlo è lo Sportello dei Diritti, secondo il quale l'azienda ha già affisso le locandine all’interno dei punti vendita per informare i clienti che dovessero già aver acquistato il prodotto interessato dal ritiro.
Le confezioni interessate sarebbero quelle che riguardano le confezione da 500 grammi in vaschetta a marchio "Sapori Di Verona" delle ciliegie Burlat di origine italiana. La merce richiamata, lotto 2810.2605.154, sarebbe prodotta e commercializzata dall'azienda Bolla Ferdinandio srl nello stabilimento di Verona, .N.D.O.O. n° 0008528/VR. Secondo quanto si legge nel comunicato diffuso da Bennet, motivo del richiamo è: "problema di natura chimica (presenza principio attivo non autorizzato nel prodotto). Un provvedimento disposto in via del tutto precauzionale.
Nell’ottica d’informazione quotidiana ai consumatori in materia di allerte alimentari, lo Sportello dei Diritti nella persona del presidente Giovanni D'Agata, raccomanda ai clienti che hanno acquistato il prodotto sopra indicato, di restituirlo al banco accoglienza che procedera’ al rimborso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento