Boom di richieste ai "cuochi contadini" di Coldiretti per i menù pasquali a domicilio

Pasqua e pasquetta in casa contro il coronavirus, ma non senza i sapori del territorio veneto

Cinzia Beozzi

Oltre dieci "cuochi contadini" veronesi, più di 70 in Veneto, hanno preparato i pasti a km zero per la  Pasqua 2020, festeggiata tra  le mura domestiche. È quanto sostiene Coldiretti che nel weekend pasquale prevede la consegna dei menù alle famiglie costrette, dall’emergenza sanitaria, a rinunciare alla tradizionale gita per il pranzo nelle strutture agrituristiche.  

Per ricreare l’atmosfera tipica e tradizionale si sono messi ai fornelli gli chef di Campagna Amica, cucinando ottimi risotti alle erbette di campo o agli asparagi, pasticci e crespelle, frittate con bruscandoli, secondi a base di carne e verdure e dolci. Nelle proposte dei menù anche soluzioni ad hoc per gli intolleranti ad alcuni alimenti e per domani, lunedì dell’Angelo, già pronto il cestino con uova decorate e asparagi. «Gli ordini on line sono caratterizzati dai regali dei nonni per i nipoti, dei figli per i genitori, perché il cibo è un dono buono per tutti», spiega il Presidente regionale e nazionale Diego Scaramuzza, impegnato anche lui come i suoi colleghi nella consegna porta a porta, sempre rispettando le misure di sicurezza e adeguandosi alle protezioni necessarie al fine di assicurare le bontà di origine regionali sulle tavole dei cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’agriturismo è tra le attività agricole che più duramente sono state colpite in questa difficile fase. Nella provincia veronese la stima per le perdite a causa della chiusura forzata delle strutture è di circa 8 milioni di euro. Coldiretti fa sapere di essere impegnata nel realizzare «un piano di intervento anche con la richiesta di un sostegno economico legato alle mancate presenze effettive sia come alloggio che come ristorazione, a fronte del completo annullamento di tutte le prenotazioni per le strutture diffuse su tutto il territorio regionale». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

  • Maxievasione fiscale: sequestrati denaro e beni per 1,4 milioni di euro

  • Filobus a Verona. «Ma quale ultimatum? Cantieri prorogati fino a fine anno»

  • Ulss 9 Scaligera e Covid-19: origine e zona degli ultimi 39 casi registrati

  • Simone Padoan miglior pizzaiolo d’Italia e I Tigli terza miglior pizzeria

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento