rotate-mobile
Attualità Borgo Roma / Via Bartolomeo Avesani

Oggetti inutilizzati ma funzionanti? A Verona nasce il Centro di Riuso gestito da Amia: «Riciclo e riduzione dei rifiuti»

Amia presenta la nuova struttura in via Avesani dove i cittadini potranno conferire materiali e oggetti ancora funzionanti

Quante volte capita di disfarsi di mobili, elettrodomestici ancora funzionanti, piccoli arredi che non ci servono o non ci piacciono più ma sono ancora in buono stato? Buttarli non sempre è la scelta migliore. Con l’obiettivo di ridurre l’impatto nelle discariche ed il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti urbani, migliorandone la gestione della raccolta e contestualmente la qualità ambientale, nasce il Centro di Riuso di via Avesani. La nuova struttura di Amia, allestita all’interno dell’Isola Ecologica, è stata inaugurata venerdì mattina alla presenza del presidente della società Bruno Tacchella, del direttore Ennio Cozzolotto e dell’assessore all’Ambiente del Comune di Verona Tommaso Ferrari. 

D'ora innanzi, tutti i cittadini residenti a Verona avranno la possibilità di dare una seconda vita a beni e materiali ancora in buono stato e che potranno essere ancora utili ad altre persone, consegnandoli a personale qualificato di Amia presso un apposito box/container in via Avesani, negli orari e giorni di apertura dell’isola ecologica, ovvero dal lunedì al sabato, dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 18. Tra le varie tipologie di oggetti che i cittadini potranno consegnare: libri, piccoli elettrodomestici quali phone, microonde, aspirapolvere, attrezzi da lavoro, giardinaggio e bricolage, computer, radio, casalinghi quali piatti, pentole, bicchieri, mobilia di vario genere, ma anche quadri, lampadari e oggettistica per la casa.

Centro di Riuso - Amia - 2022-2
Centro di Riuso - Amia - 2022

Il progetto del Centro di Riuso coinvolge la Cooperativa sociale La Mattaranetta, che da anni collabora in maniera efficiente con Amia nella gestione del centro di raccolta rifiuti di via Mattaranetta a San Michele Extra. Gli oggetti conferiti dai cittadini verranno collocati in un apposito conteiner che sarà successivamente svuotato e movimentato da personale della cooperativa. Gli operatori provvederanno al ritiro e smistamento del materiale che sarà trasferito presso l’area di Mattaranetta, dove è presente un mercato di oggetti usati-vintage. Gli utenti non potranno quindi ritirare gli oggetti presso il centro di riuso di Via Avesani.

«Amia rilancia l’ennesima iniziativa finalizzata alla sostenibilità ambientale e soprattutto al concetto di riuso, di riutilizzo di beni ancora in buono stato, promuovendo contestualmente la partecipazione attiva dei cittadini, con l’obiettivo di ridurre la produzione di rifiuti da inviare a smaltimento – hanno commentato il presidente Tacchella ed il direttore Cozzolotto -  La nuova struttura rientra perfettamente nella filosofia aziendale, che ha nelle politiche del riciclo e della riduzione della produzione dei rifiuti una delle sue mission principali. I cittadini avranno la possibilità di ridurre gli sprechi e l’impatto ambientale, di contribuire concretamente al riutilizzo dei beni, impegnandosi così in prima persona in una gestione sempre più virtuosa e al tempo stesso integrata, dei rifiuti».

«In linea con quelli che sono i principi dell'Unione Europea, l’impegno comune deve essere  quello di  ridurre la quantità di rifiuti – ha sottolineato l’assessore Ferrari -  Per fare ciò è necessario riutilizzarli, impegnandoci a dare loro una seconda vita. I rifiuti vanno considerati come risorse e trattati come tali, è il primo ma fondamentale passo verso il risultato da raggiungere. Ci impegneremo perché queste buone pratiche siano sempre più diffuse nel territorio e nei quartieri».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oggetti inutilizzati ma funzionanti? A Verona nasce il Centro di Riuso gestito da Amia: «Riciclo e riduzione dei rifiuti»

VeronaSera è in caricamento