menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
cassetta libri bookcrossing

cassetta libri bookcrossing

Libri per tutti a Verona contro il degrado nei quartieri, è il progetto "bookcrossing"

È stato presentato sabato mattina in Comune il progetto per estendere la diffusione del "bookcrossing" in tutte le circoscrizioni di Verona: «La lettura nei quartieri contro il degrado»

Contro l’abitudine un po’ triste di lasciare impolverare i libri che abbiamo già letto sugli scaffali delle nostre biblioteche personali, il bookcrossing è una pratica che ci invita a condividere con gli altri i testi di cui abbiamo già fatto esperienza, offrendoci la possibilità di riceverne altri in cambio ma anche di condividere le impressioni con altri appassionati di lettura. Nella versione più estrema i libri del bookcrossing possono essere lasciati in qualunque posto, anche a molti chilometri di distanza da dove sono stati prelevati.

Nella versione più soft che sta prendendo piede a Verona, esistono dei punti di scambio ufficiali consistenti in piccole cassette di legno disseminate in parchi, piazze o altri luoghi comunque aperti al pubblico, dove ciascuno può prelevare il libro che preferisce e riconsegnarlo presso altri punti di scambio. Un sistema di indicizzazione solitamente gestito attraverso un sito internet tiene traccia degli "spostamenti" dei libri.

Diversamente dalla pura lettura che si svolge ad esempio nelle biblioteche, il bookcrossing è un’attività non solo individuale. A dire il vero non è nemmeno obbligatorio leggere i libri che si prendono in prestito, il gioco sta proprio nel farli girare e creare occasioni di scambio, incontro e confronto. Nella nostra città, la prima iniziativa è partita a fine 2016 in Terza Circoscrizione che attualmente conta cinque zone di scambio:  in via Albere (sede Confersercenti), in via Anselmi (San Massimo), piazza Marinai d’Italia (Borgo Milano), piazza Dall’Oca Bianca (Borgo Nuovo), via Brunelleschi (Stadio) ma vuole allargare ulteriormente l’offerta.

Grazie all’associazione La Goccia e ai cittadini di Civica Attiva il bookcrossing è stato poi attivato anche in Ottava Circoscrizione. In Seconda Circoscrizione l'iniziativa del bookcrossing è stata già approvata dal Consiglio della Circoscrizione su proposta di Verona Civica e Pd, assegnando alla Commissione Cultura il compito di individuare le aree, come spazi della Circoscrizione e parchigiochi, dove posizionare le cassettine e le progettualità di carattere sociale da attivare per la loro realizzazione

Recentemente, ancora su impulso del Pd, è stato proposto di attivarlo anche in Quinta Circoscrizione con la predisposizione di almeno 4-5 cassette in luoghi pubblici a partire dal Parco di San Giacomo e l’attivazione di una serie di azioni per promuoverne l’uso tra gli studenti. Nelle prossime settimane analoghe proposte verranno presentate anche in tutti gli altri consigli di circoscrizione a cura dei singoli gruppi consiliari Pd allo scopo di estendere il bookcrossing su tutto il territorio comunale.

A che scopo? «L’obiettivo - spiegano i componenti dei vari Gruppi consiliari del Pd e di Verona Civica - è di arrivare ad una diffusione capillare del servizio rendendo l’attività sempre più coinvolgente. La lettura praticata nei quartieri è un ottimo presidio contro il degrado e spinge i cittadini a praticare (ma anche a richiedere) la cura dei propri quartieri. Creare dei luoghi pubblici dedicati alla lettura, - concludono - è anche un modo per promuovere la cultura a costo zero e stimolare i contatti sociali specialmente tra i giovani ma non solo senza escludere chi può avere meno disponibilità economica. Con poche centinaia di euro è possibile creare una biblioteca itinerante a livello quartierale e cittadino».

Di seguito riportiamo la mappa delle cassette bookcrossing aggiuntive:

  • Prima Circoscrizione

Piazza Renato Simoni, piazza Cittadella, piazza Corrubbio, Filippini, piazza Santa Toscana, incrocio tra via Roma e Castelvecchio

  • Seconda Circoscrizione

Da individuare a cura della Commissione Cultura

  • Terza Circoscrizione

Via Marin Faliero (Saval),  parco di via Bassone (Basson), Piazza Catena (Chievo), via Magellano (Navigatori)

  • Quarta Circoscrizione

Centro Culturale via Mantovana 66 (Santa Lucia), piazzetta pedonale di via Ottavio Caccia presso la chiesa S. Maria assunta (Golosine), ciclabile La Vecchia Ferrovia.

  • Quinta Circoscrizione

Parco San Giacomo ed altri 3/4 siti all’interno del territorio

  • Sesta Circoscrizione

Borgo Venezia, San Felice, Borgo Trieste, Santa Croce, San Marco, San Pio/ Biondella

  • Settima Circoscrizione – San Michele

Piazza del Popolo, piazza della Chiesa di Beato Carlo Steeb, piazza di Madonna di Campagna,

  • Settima Circoscrizione – Porto San Pancrazio

Area Poggi e Giarol Grande

  • Ottava Circoscrizione

Santa Maria in Stelle, Cancello, Moruri

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento