Cassa integrazione, entro maggio saranno pagate il 90% delle richieste

Confronto tra sindacati e Inps di Verona sugli ammortizzatori sociali non ancora corrisposti ai lavoratori. Un disservizio causato principalmente dalla straordinaria quantità di domande legate al coronavirus

Foto di repertorio

Ammortizzatori sociali e cassa integrazione. Sono stati questi gli argomenti dell'incontro di ieri, 7 maggio, tra il direttore dell'Inps di Verona Giovanni Martignoni e i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil, rispettivamente Stefano Facci, Massimo Castellani e Lucia Perina.

La richiesta del confronto di ieri è nata dal fatto che, purtroppo, ancora molti lavoratori veronesi non hanno ottenuto i soldi della cassa integrazione o del fondo di integrazione salariale (Fis). Un disservizio causato principalmente dalla straordinaria quantità di richieste che l'Inps ha dovuto processare. Una straordinarietà che riflette quella vissuta da tutti i cittadini nelle settimane in cui l'epidemia di Covid-19 è stata più intensa.

Martignoni ha fornito ai segretari dei tre sindacati le cifre in suo possesso. In questo 2020, l'Inps ha ricevuto 7.238 domande di cassa integrazione ordinaria. Di queste, 6.333 hanno avuto come causa il coronavirus. Le richieste accolte sono state 6.019 e ne restano ancora 300 giacenti.
Per la cassa integrazione in deroga, poi, dalla Regione sono state decretate per il territorio di Verona 5.884 domande di aziende e riferite a circa 20.000 persone. La maggior parte di queste richieste sono pervenute dal 24 aprile. Sono state poste in pagamento 2.101 domande pari a circa 5.000 lavoratori.
Infine, per il Fis sono pervenute circa 3.500 domande e ne sono state definite il 50%. Nei primi giorni della prossima settimana, l'Inps conta di definirle tutte.

Ai sindacati veronesi è sembrato ragionale pensare che: «Salvo casi particolari, entro il mese di maggio sarà posto in pagamento il 90% delle prestazioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

Torna su
VeronaSera è in caricamento