rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità

In forma ridotta e con un calendario da allestire: apre giovedì il 492° Carnevale veronese

Si apre nel giorno dell'Epifania, come da tradizione, la serie di eventi carnevaleschi, la maggior parte dei quali sono ancora da programmare, in attesa di precise indicazioni dalla Prefettura riguardo alla loro fattibilità

In forma ridotta, con tutte le misure anti contagio e soprattutto con un calendario eventi work in progress, in attesa di indicazioni precise e dettagliate in materia di eventi e manifestazioni, nel giorno dell'Epifania apre il 492° Carnevale veronese
La volontà del Comitato resta quella di portare avanti la tradizione veronese realizzando, nei limiti dettati dalla situazione pandemica, il maggior numero di eventi, in linea anche con le finalità sociali del Carnevale stesso, procedendo con la programmazione dei vari appuntamenti, in attesa di avere precise indicazioni dalla Prefettura riguardo alla fattibilità o meno degli eventi.

Giovedì sarà posta come da tradizione la statua del Papà del Gnoco in piazza a San Zeno, ma non ci sarà la consueta sfilata fino a Palazzo Barbieri. Tutti i comitati carnevaleschi stanno comunque organizzando i vari eventi nei rioni, in attesa di capire come si evolverà la situazione.

Attualmente sono confermati gli appuntamenti di gennaio con le elezioni delle varie maschere, una tradizione carnevalesca che ormai vive solo a Verona. Il 16 gennaio è prevista l’elezione del 492° Papà del Gnoco, seguita poi dalla cerimonia di incoronazione che avverrà nel rispetto delle norme vigenti e senza i tradizionali eventi goliardici.
Il momento clou sarà il 25 febbraio, il Venerdì Gnocolar, a cui seguiranno gli eventi nei rioni, il Sabato Filippinato e il Luni Pignatar, mentre la chiusura è stata fissata in piazza Dante per l’1 marzo, il Martedì Grasso, come si faceva un tempo.
Tutti i comitati sono al lavoro per l’organizzazione dei propri eventi e per eleggere le proprie maschere adeguandosi alle normative, anche in modalità online come per l'elezione del Principe Reboano, con votazione e tradizionale processo ai candidati in streaming.

Il programma è stato presentato in sala Arazzi dall’assessore al Carnevale e alle Tradizioni veronesi Francesca Toffali. Presenti il presidente del Comitato organizzatore del Carnevale del Gnoco Valerio Corradi, il presidente del Comitato Rione Filippini Pierantonio Turco, la vicepresidente del Ducato di S. Stefano Maddalena Garofalo, il Papà del Gnoco e il Principe Reboano.

«Anche per il 2022 apriamo il Carnevale rispettando la data canonica del 6 gennaio – ha affermato l’assessore Toffali -. Le attività sono ridotte, per questo facciamo solo l’annuncio dell’inizio senza la classica passeggiata dopo la posa della statua a San Zeno. Siamo in attesa di capire come e in che modo potremo procedere, ma speriamo di poter rispettare tutte le scadenze di gennaio e febbraio».

«Stiamo organizzando gli eventi del Carnevale di gennaio e febbraio come se fosse tutto normale, ovviamente attenendoci al decreto del Governo del 23 dicembre 2021 – ha detto il presidente Corradi -. Lavoriamo a vista perché, dall’1 febbraio, non sappiamo come andranno le cose. I nostri volontari stanno incontrando molte difficoltà, ma vogliamo continuare a far vivere il Carnevale a Verona».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In forma ridotta e con un calendario da allestire: apre giovedì il 492° Carnevale veronese

VeronaSera è in caricamento