Il Capo dello Stato a Verona, Sboarina: «Grande umanità al centro per l'autismo»

«È stato un vero onore sentire dal presidente Mattarella i complimenti alla nostra città - ha dichiarato il sindaco Sboarina - Mi ha detto che vorrebbe venire alla prima del festival lirico da presidente. Molto toccante è stata la visita al centro Autismo dell’Azienda ospedaliera»

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in vista al Centro per l'autismo dell'ospedale di Borgo Trento

Il sindaco Federico Sboarina ha incontrato oggi il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, a Verona per l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università, per poi accompagnarlo nelle tappe cittadine della sua visita.

Prima dell’inizio della cerimonia al Polo Zanotto, il Presidente Mattarella si è intrattenuto qualche minuto con le autorità cittadine che lo hanno accolto, il sindaco Sboarina, il presidente della Provincia Manuel Scalzotto, l’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto e il Rettore Nicola Sartor. Nell’occasione il sindaco ha omaggiato il Presidente con una stampa originale del 1888 "Le cento città d’Italia", copertina del supplemento mensile del Secolo dedicata a Verona, con la foto delle Arche Scaligere.

consegna_stampa sboarina mattarella sartor

L'omaggio del sindaco al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

«È stato un vero onore sentire dal presidente Mattarella i complimenti alla nostra città, che trova splendida. - ha detto il sindaco Federico Sboarina - Gli ho ricordato che il merito è anche della laboriosità dei veronesi che la rendono così viva. A distanza di un mese dall’incontro che abbiamo avuto a Rimini all’assemblea Anci, l’occasione di oggi mi ha permesso di invitarlo personalmente in Arena l’estate prossima. Mi ha detto che gli piacerebbe molto venire alla prima del festival lirico da presidente e quindi da lunedì saremo già al lavoro per riuscirci».

arrivo_e_stretta_di_mano tra sergio mattarella e federico sboarina

L'arrivo e l'accoglienza a Verona del Capo dello Stato

«È stata interessante la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico, - ha quindi spiegato ancora il primo cittadino scaligero Sboarina - e ho molto condiviso l’esortazione ad allargare sempre più il confronto e la diffusione degli stimoli culturali. Non deve essere patrimonio di pochi ma un impegno a raggiungere il maggior numero di persone. Un obiettivo che, ad esempio, stiamo perseguendo con i sindaci di Firenze e Ravenna per le celebrazioni dei 700 anni della morte di Dante. Le origini della lingua italiana devono essere un patrimonio che arriva a tutti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Infine, molto toccante è stata la visita al centro Autismo dell’Azienda ospedaliera. La partecipazione del presidente, - ha chiosato il Sindaco - è stata così autentica che non ha avuto nulla di formale, vicinanza vera alle famiglie e alle persone in difficoltà». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento