PM10, il meteo non aiuta. Bottacin: «Appello alla responsabilità dei cittadini»

L'assessore regionale all'ambiente: «Anche con azioni e piccoli gesti, che solo apparentemente sembrano di poco conto, possiamo contribuire a diminuire le emissioni in atmosfera»

Foto di repertorio

A causa delle condizioni meteo, che hanno determinato da più giorni il ristagno degli inquinanti negli strati bassi dell'atmosfera, in Veneto si stanno registrando numerosi superamenti consecutivi del valore limite giornaliero di PM10. È una situazione complicata che richiede attenzione e comportamenti responsabili; per questo ci appelliamo a tutti i cittadini perché anche con azioni e piccoli gesti, che solo apparentemente sembrano di poco conto, possono contribuire a diminuire le emissioni in atmosfera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inquinamento atmosferico non è un problema solo della provincia di Verona, dove è stata mantenuta l'allerta di livello 1 e quindi le più strette limitazioni al traffico dei mezzi più inquinanti. Anche nel resto della regione non si respira un'aria più pulita e per questo l'assessore regionale all'ambiente Gianpaolo Bottacin chiede a tutti i cittadini di avere maggiore attenzione per tutti quei comportamenti che hanno un impatto anche minimo sull'inquinamento dell'aria.
«Visto che il 60% di PM10 è dovuto al riscaldamento domestico - fa un esempio Bottacin - In queste giornate la temperatura in casa dovrebbe restare sotto i 19 gradi. Ma è bene abbassare ulteriormente la temperatura quando si esce di casa. Così come è cosa utile che anche gli automezzi che rientrano fra quelli a cui è consentita la circolazione quando si fermano ad un semaforo spengano il motore. Tutto insomma può servire a limitare gli scarichi in atmosfera. Vedremo come si evolverà la situazione meteorologica, ma nel frattempo stiamo valutando anche una convocazione straordinaria del Comitato di Indirizzo e Sorveglianza in materia di inquinamento atmosferico, composto dai rappresentanti delle Province e dei comuni capoluogo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • Cardiologia di Verona verso il futuro: impiantato il primo pacemaker invisibile

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Covid-19: un tampone positivo e un decesso nel Veronese, ma i dati restano positivi

  • 'Ndrangheta a Verona, blitz della polizia: 23 arresti e 3 obblighi di firma

Torna su
VeronaSera è in caricamento