Borago Day, un successo l'iniziativa di preservazione dell'area naturale

Tanti partecipanti alle due escursioni organizzate per promuovere una raccolta fondi. All'asta ci sono 38 ettari di terreno tra Verona e Negrar che potrebbero essere trasformati in vigneti

Alta Val Borago

Domenica scorsa, 19 luglio, centinaia di veronesi si sono immersi nella magia della Val Borago, tra Avesa (Verona) e Montecchio (Negrar) ammirando il vajo e camminando nei sentieri di boschi e prati. Sono stati circa cinquecento i partecipanti al primo «Borago day», iniziativa organizzata dal Fondo Alto Borago e patrocinata anche dalla seconda circoscrizione del Comune di Verona e dal Comune di Negrar. 

Due le escursioni a cui è stato possibile prendere parte per sostenere un progetto che mira a preservare una vasta area collinare all'interno della Zona speciale di conservazione (Zsc) Borago-Galina, teoricamente protetta dall'Unione Europea. Ma per preservarla, prima bisogna comprarla, perché i 38 ettari di terreno sono stati messi all'asta dalle banche in seguito a diversi tentativi falliti di impiantare vigneti. Ai produttori di vino, comunque, quel territorio fa gola e per toglierlo definitivamente dalla loro portata è stata lanciata anche una raccolta di denaro utile per potersi aggiudicare l'asta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed alla manifestazione di domenica ha partecipato anche il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Manuel Brusco, il quale ha commentato: «Fare agricoltura deve significare rispettare il territorio per le sue caratteristiche e vocazioni, non piegarlo a tutti i costi al profitto: trasformare decine di ettari di bosco dell'alta Val Borago in vigneti sarebbe uno sfregio a questo principio, nel nome di una speculazione di cui l'economia vitivinicola del Veronese può tranquillamente fare a meno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I supermercati più convenienti? Primeggia il Triveneto, ecco quali sono a Verona

  • Elezioni in Veneto: come si vota? Dal voto disgiunto alle preferenze, tutte le informazioni

  • Steakhouse: i tre migliori di Verona

  • Elezioni del 20 e 21 settembre 2020: come si potrà votare e per cosa

  • Scontro mortale tra un'auto e una bici: deceduto sul posto il ciclista

  • Citrobacter, provvedimento disciplinare alla direttrice della microbiologia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento